Alpinismo

Alex Txikon: terminata la spedizione in Antartide. Ora è tempo di Himalaya

Il ritorno alla terra ferma per Alex Txikon si stava rivelando più complicato del previsto a causa del mare grosso, ma tutto è bene quel che finisce bene e il basco è riuscito a tornare a Puerto Williams. “Sani e salvi sulla terraferma!” scrive l’alpinista, che è immediatamente volato a casa pronto per la seconda parte di questo intenso inverno.

Txikon ora dovrà preparare i bagagli per l’Himalaya, dove ad attenderlo ci sarà prima l’Ama Dablam e poi niente di meno che l’Everest, dove al momento è in azione Jost Kobusch. Nessun timore di sovrapposizioni però, Alex affronterà la salita lungo la normale nepalese, mentre il giovane alpinista tedesco ha scelto la difficile cresta ovest e l’Hornbein couloir.

Mentre Alex era impegnato nella penisola antartica, i suoi compagni di avventura himalayana stavano raggiungendo l’Asia via terra. Un’avventura nell’avventura, che li ha portati a fare una tappa anche in Pakistan, dove hanno raccolto un po’ di materiale alpinistico lasciato dopo la spedizione al K2 dello scorso inverno e non solo. “Il team che viaggia in Nepal ha consegnato oggi a Islamabad 100 pannelli solari di EKI e 10 forni solari dell’Istituto pubblico Mondragón. Il tutto è destinato alla città di Askole, porta di accesso al Karakorum” fa sapere sui social il basco.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close