Cronaca

Matteo Pasquetto perde la vita sulle Grandes Jorasses

È Matteo Pasquetto l’alpinista che ha perso la vita ieri pomeriggio in un incidente sulle Grandes Jorasses.

Pasquetto era con Matteo Della Bordella e Luca Moroni di ritorno dopo aver aperto una nuova via sulla parete est quando un masso ha ceduto sotto i suoi piedi e lo ha fatto precipitare. “Stavamo scendendo su un percorso facile quando a un certo punto si è sbilanciato su una pietra ed è precipitato“, hanno raccontato ai soccorritori i due amici.

Matteo, che l’11 agosto avrebbe compiuto 26 anni, era un alpinista molto forte che aveva dimostrato la sua bravura non solo sulle Alpi – dove aveva scalato vie complesse su difficili pareti come il Grand Pilier D’Angle, le Grandes Jorasses, la Nord dell’Eiger – ma soprattutto in Patagonia. I primi mesi di quest’anno con Matteo Bernasconi e Matteo Della Bordella aveva aperto una nuova via sulla Aguja Standhardt. La stessa cordata aveva poi messo a segno la prima ripetizione della via del 40esimo dei Ragni di Lecco sulla parete nord dell’Aguja Poincenot. Con Matteo Della Bordella aveva aperto una nuova linea via sulla parete nord di El Mocho.

Matteo Pasquetto ci lascia pochi mesi dopo la scomparsa di Matteo Bernasconi, suo amico e compagno di cordata. Un duro e doloroso colpo per l’alpinismo mondiale e per tutti noi.

Tags

Articoli correlati

3 Commenti

  1. Che tristezza mi assale quando muore un giovane.
    E poi uno dei forti arrampicatori.
    Muoiono sempre su robe facili, dove conta solo l’esperienza e l’attenzione alle diversità del terreno di montagna e la sicurezza dipende solo da se stessi.
    Mi domando se debba essere cambiata la “visione” dell’alpinismo moderno italiano.

  2. Non ci posso credere!!!!! L’ho conosciuto su YouTube nel video della scalata al cerro torre…..mi ricorderò per sempre il suo motto ‘ alpinismo pulito fatto divertendosi ‘

  3. ti ho conosciuto mi hai fatto assaporare il tuo mondo la
    bellezza della montagna grazie ti ricorderò
    sempre ciao matteo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close