• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca, Primo Piano

Un morto e un disperso sul Makalu. Trovato senza vita un indiano a C4 sull’Everest. Evacuati gli alpinisti sul Kanche

alpinismo, himalaya, 8000, everestFoto @ Seven Summit Treks

Continuano le tragiche notizie dagli 8000 himalayani. La Seven Summit Treks ha confermato che sul Makalu ha perso la vita a una quota di 8200m Narayan Singh, membro di una spedizione dell’Esercito indiano, mentre era in discesa dalla vetta. La causa, secondo quanto riferiscono i compagni, sarebbe il mal di montagna. Sempre sul Makalu è disperso da ieri l’indiano Dipankar Ghos.

Un altro indiano è morto a campo 4 dell’Everest. Ravi Thakar era all’interno della propria tenda quando è stato trovato dagli altri alpinisti. Il gruppo, di cui faceva parte anche l’alpinista irlandese scomparso da ieri dopo essere scivolato a 8400m, era arrivato in vetta giovedì mattina.

Una buona notizia c’è: i due alpinisti indiani con gravi congelamenti sul Kanchenjunga sono stati evacuati questa mattina da campo 2 con l’elicottero. A pilotare l’italiano Maurizio Folini. Al momento sono in ospedale a Kathmandu. Nel pomeriggio verrà portato a C2 anche l’alpinista tedesco colpito da cecità da neve.

La finestra di bel tempo sull’Everest si è chiusa a causa dei venti di jet stream che sono tornati a sferzare le quote alte. In questi giorni sono circa 110 le persone che sono riuscite ad arrivare in vetta tra alpinisti e sherpa di supporto. Le prossime salite sono attese da lunedì prossimo.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.