• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo

Via nuova sul Pobeda per i siberiani

immagine

BISKEK, Kirghizistan — Pare sia davvero "da brividi" Gleb Sokolov e Vitaly Gorelic sul Peak Pobeda, 7.439 metri, la vetta più alta del Tien Shan. I due alpinisti, dopo l’estenuante avventura, sono rientrati sul ghiacciaio dove avevano posto il campo base. 

Il Peak Pobeda, ribattezzato "Jengish Chokusu" (Indipendenza) dopo il disfacimento dell’Unione sovietica, si trova sul confine tra Kirghizistan e Cina ed è caratterizzato da una cresta sommitale lunga ben 7 chilometri e mezzo. Su questa montagna, il 56enne Sokolov ha già aperto una via, Armenia sulla parete nordovest.

Della nuova via non si hanno dettagli per ora. La notizia della riuscita dell’impresa è stata riferita dal portale russo Russianclimb.com, che ha confermato il rientro degli alpinisti, stremati, al base. "Gleb ha chiamato dal ghiacciaio – si legge su Russianclimb – la discesa è andata bene ma non riusciva a parlare bene, era molto molto stanco".

Sokolov, due anni fa, è stato protagonista della storica salita russa alla prete ovest del K2. E’ arrivato in vetta con Nick Totmjanin, Alexey Bolotov ed Eugeny Vinogradsky.

Sara Sottocornola

Photo courtesy Explorersweb.com
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.