Alpinismo

Nanga: viveri e telefono a Nones e Kehrer

immagine

Updated BERGAMO — Seconda missione con un elicottero sulla parete Rakhiot del Nanga Parbat. Totalmente alleggerito di sedili e accessori, con a bordo solamente i due piloti, il velivolo ha raentato il ghiacciaio e lasciato un telefono satellitare vicino a Walter Nones e Simon Kehrer. Intanto Silvio Mondinelli, ma anche Simone Moro ed Hervè Barmasse che si trovano al Batura 80 chilometri più a nord, sono stati allertati e pronti ad essere portati sulla parete in caso si renda necessario un loro intervento via terra.

Purtroppo, la radio lanciata durante la prima ricognizione sulla Rakhiot è andata perduta a causa della velocità che i velivoli hanno dovuto mantenere per restare stabili ad una quota così alta. 
  
Rientrati al campo base, uno degli elicotteri è stato alleggerito ed è ripartito con i soli piloti a bordo. Il velivolo è così riuscito ad avvicinarsi alla parete e a calare con una corda un sacchetto con un telefono satellitare e dei viveri in prossimità di un dosso sul ghiacciaio pensile, dove hanno bivaccato Nones e Kehrer. Il sacchetto è stato deposto a poche decine di metri dai due.
 
“Sembra che a questo punto – ha spiegato Agostino Da Polenza – l’unica soluzione percorribile sia quella di far tornare Walter e Simon a una quota intorno ai 6500 metri, in prossimità del luogo dove è accaduto l’incidente di Karl, sul grande ghiacciaio pensile che taglia a metà la parete Rakhiot. Lì i piloti hanno individuato la possibilità di tentare un recupero”.
 
Da questo momento in poi si è rimasti in attesa del rientro di Nones e Kherer alla tenda e che si mettessero in contatto tramite il telefono satellitare.
 
Per una ragione, non ancora nota al momento, questo non è stato ancora possibile.
Nel frattempo alcune nubi hanno incominciato a ricoprire la parete del Rakhiot. Alle 9 una schiarita ha permesso di vedere dal Campo Base che i due alpinisti erano rientrati alla tenda.
 
Al momento, si sta pensando ad un nuovo volo fino alla tenda: è infatti fondamentale entrare in contatto con loro e a questo punto indicargli obbligatoriamente di scendere di quota.
 
 
Sara Sottocornola
Related links

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close