• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca, Primo Piano

Maltempo sulle Alpi. I rifugi si risvegliano sotto la neve

Sull’arco alpino l’estate sembra essersi presa una pausa. Le piogge intense che stanno interessando le pianure del Nord dalla sera di domenica si sono convertite in neve a quote maggiori, oltre i 2.100-2.300 m.

Molti i rifugi alpini, soprattutto tra Piemonte e Valle d’Aosta, che si sono svegliati sotto la neve. Nella gallery vi mostriamo le immagini dei rifugi valdostani Grand Tournalin (2.535 m) e Arp (2.446 m) – due punti tappa del Tour des Six, percorso escursionistico che si sviluppa tra il Monte Cervino e il massiccio del Monte Rosa – e del rifugio Teodulo (3.317 m) sull’omonimo Colle. Di seguito un breve video che mostra l’attuale situazione presso il rifugio Quintino Sella al Monviso di Crissolo (CN), punto tappa della GTA a 2.640 m di quota.

Proprio sul Monviso è atteso domani l’arrivo di Nico Valsesia, che questa sera alle 18 partirà in sella alla sua bici dalla foce del Po con l’obiettivo di percorrere 723 km su due ruote fino a Pian del Re e quindi salire in vetta in meno di 48 ore. Una sfida che lo vedrà affrontare un clima decisamente autunnale. Il termometro è infatti sceso vertiginosamente, portando le massime attorno ai 16°C sulle regioni settentrionali. Condizione che col passare delle ore caratterizzerà anche le centrali. Presso la stazione di Ceresole Reale (TO), a una quota di 3.272 m, è stata registrata una minima pari a -4.1°C; a Bardonecchia, in Valle di Susa, la stazione meteo dell’Arpa posizionata a 3.000 metri ha registrato una minima di –1.5°C; al Rifugio Torino di Courmayeur -2°C.

La perturbazione giunta dal Nord Europa si sta spostando rapidamente verso le regioni centro meridionali, dove hanno iniziato a cadere le prime piogge. Il peggio è però atteso per domani ed è già allerta arancione in Lombardia, Liguria e Toscana, gialla in Valle d’Aosta, Piemonte, Emilia-Romagna, Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise, settore occidentale della Basilicata, area estrema della Calabria, Puglia garganica e buona parte della Sicilia.

Per le prossime ore si prevede un persistere del maltempo sulle regioni settentrionali, con piogge e temporali localmente forti tra Piemonte, Lombardia e ovest Emilia. Meno intenso il maltempo sulle regioni del Nord Est. In serata si assisterà a un netto miglioramento. Piogge e temporali si sposteranno in giornata sulle regioni centrali, in particolare sul settore tirrenico, e nella giornata di martedì interesseranno anche il Sud. Da mercoledì 17 luglio la pressione tornerà ad aumentare su tutta Italia con il ritorno del bel tempo.

 

Articolo precedenteArticolo successivo

1 Comment

  1. Secondo alcuni una iattura, secondo molti altri un regalo inaspettato della natura..da godere se in possesso di attrezzatura ed abbigliamento adatti.
    Estrarre dallo zaino copri pantaloni e piumino , camminare spavaldi con veri scarponi, mentre altri battono i denti , si bagnano le sneackers di tela e frignano stringendosi attorno alla stufa di un provvidenziale rifugio e’ una soddisfazione impagabile.Sperando sempre che piu’ di tanto non si verifichi giusto una lezioncina istruttiva per non commettre piu’ lo stesso errore.Il buon samaritano porta anche un telo termico di poco peso..per soccorrere eventuali sventurati incontrati in seria difficoltà ..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.