Alpinismo

K2, conto alla rovescia per Confortola

immagine

SANTA CATERINA VALFURVA, Sondrio — E’ appena tornato dall’Himalaya ma è già pronto a ripartire per una nuova grande impresa alpinistica. Marco Confortola, alpinista valtellinese impegnato fino a pochi giorni fa sulla montagna più alta del mondo con la spedizione Share Everest, sta per partire per il Karakorum dove affronterà il K2.

Partirà per Islamabad sabato prossimo 21 giugno, ma il tentativo di vetta sulla seconda montagna più alta della terra avverrà a luglio. Dopo l’esperienza all’Everest con la spedizione alpinistico – scientifica Share Everest, Marco Confortola è pronto a dare il tutto per tutto in una nuova impresa, questa volta sulla "montagna delle montagne", il famigerato K2.
 
Insieme all’alpinista valtellinese ci sarà Roberto Manni, guida alpina di Pinzolo anch’egli di ritorno dall’Everest dove è andato in vetta lo scorso maggio. I due arriveranno ad Islamabad domenica 22 e si fermeranno nella capitale per 2 giorni. Poi si dirigeranno a Skardu dove prepareranno il materiale e sceglieranno i portatori baltì che li seguiranno nel viaggio.
 
Il gruppo quindi partirà in jeep verso Askole, piccolo villaggio sulle montagne del Karakorum, l’ultimo prima dei ghiacciai. Dopo sette giorni di trekking, infine, raggiungeranno il campo base, a 4.970 metri di quota.
 
L’idea di Confortola è quella di raggiungere la vetta dalla "via normale", ovvero quella utilizzata nella prima ascesa da Achille Compagnoni e Lino Lacedelli nel 1954. Il difficile percorso sale sullo Sperone degli Abruzzi, o cresta sud-ovest.
 
L’alpinista valtellinese, che tenterà di conquistare la montagna sfuggitagli nel 2004, cercherà di arrivare in cima tra il 20 e il 30 di luglio.
 
"Sono molto orgoglioso di quanto siamo riusciti a fare all’Everest  – ha dichiarato Confortola – e forse, non aver raggiunto il tetto del mondo, mi ha lasciato la grinta e la voglia di farcela che mi saranno utili per intraprendere questa nuova avventura".
 
"Questa volta spero di essere più fortunato – ha aggiunto l’alpinista – e che vi siano le condizioni favorevoli per arrivare in cima. Sicuramente ce la metterò tutta".
 
Valentina d’Angella
 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close