• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca

Maltempo ostacola soccorsi, climber ferito resta bloccato 5 ore in parete

10273140_865725523454224_6765452774001996924_o-300x205.jpg
Operazioni di soccorso in parete (Photo courtesy of Cnsas)
Operazioni di soccorso in parete (Photo courtesy of Cnsas)

SCHEGGIA E PASCELUPO, Perugia — Disavventura nel pomeriggio di ieri per un rocciatore sul Monte Catria, 1701 metri sull’Appennino umbro-marchigiano: l’uomo si è infortunato mentre arrampicava, ma il maltempo ha reso difficoltose le operazioni di recupero. Solo dopo 5 ore di attesa l’eliambulanza è riuscita a recuperare il ferito e a trasportarlo in ospedale.

Secondo quanto riportano Ansa e giornali locali, il rocciatore stava arrampicando con un compagno sul versante perugino del Monte Catria, vetta di 1701 metri sul confine tra Umbria e marche. Attorno alle 14 l’amico ha dato l’allarme perchè il 35enne si era infortunato in parete a seguito di una caduta ed entrambi erano bloccati a causa del maltempo.

La pioggia e le condizioni meteorologiche hanno impedito anche all’elicottero dei Vigili del Fuoco di avvicinarsi per soccorrerli. Solo dopo numerosi tentativi, attorno alle 19 un velivolo del 118, con a bordo un tecnico del soccorso alpino, è riuscito a trarre in salvo il ferito. Il rocciatore è stato elitrasportato all’ospedale di Fabriano dove gli sarebbe stata riscontrata una frattura della tibia del piede destro.

Articolo precedenteArticolo successivo

1 Comment

  1. Non ci sono stati “numerosi tentativi” dell’elisoccorso 118, ma è stato inviato dopo alcune ore… ancora una volta la professionalità dell’equipaggio ha risolto una situazione difficile, nonostante la pessima “gestione politica” di questa risorsa…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.