Cronaca

Cordata precipita sul Naso del Lyskamm

immagine

AOSTA — Stavano affrontando, in cordata, il pendio sottostante il "Naso del Lyskamm", sul Monte Rosa. Ma all’improvviso uno degli alpinisti è scivolato su un’insidiosa placca di ghiaccio trascinando con sè i tre compagni, in un salto di circa 200 metri.

Questa sarebbe la dinamica dell’incidente che ieri, nel primo pomeriggio, ha coinvolto quattro aplinisti olandesi sul Naso del Lyskamm (4272 metri).
 
Erano circa le 13 quando, a circa 4000 metri di altitudine, uno di loro sarebbe scivolato su una placca di ghiacccio scoperta dalla neve che si era sciolta sotto il sole. Nella caduta ha trascinato i tre compagni legati a lui. Colti alla sprovvista, non sarebbero riusciti a frenarlo.
 
Il bilancio dell’incidente, fortunatamente, non è grave. Un alpinista si è fratturato uno caviglia, mentre un altro compagno ha riportato diverse contusioni. Gli altri due stanno bene.
 
L’allarme è stato lanciato da due scalatori che si trovavano sulla punta Castore (4226 metri) al momento della caduta e hanno assistito all’incidente. Il soccorso alpino valdostano ha raggiunto in poco tempo gli alpinisti con un elicottero e ha portato i due feriti ad Aosta.
 
Il Naso del Lyskamm è una delle cime del massiccio del Rosa che si erge sul versante italiano del gruppo, davanti ai due Lyskamm (orientale e occidentale).
 
 
 
Candida Cereda
 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close