Cronaca

Cilento, uccide il padre a bastonate

immagine

CAMEROTA, Salerno — Uccide il padre a colpi di bastone, poi si pente e chiama i carabinieri. La tragedia familiare si è consumata nella tarda serata di ieri a Licusati, una frazione di Camerota, nel Parco Nazionale del Cilento.

L’omicida è Leopoldo R., ha 44 anni e soffre di gravi disturbi mentali, tanto che da tempo è in cura presso l’unita’ operativa del servizio di igiene mentale dell’Asl.
 
Non si sa cosa gli sia passato per la testa ieri sera, certo è che qualcosa deve averlo fatto agitare, e molto. Al punto di impugnare un bastone e scagliarlo violentemente, più e più volte contro il padre. La vittima, 72 anni, è morta sotto i suoi colpi.
 
Alla scena ha assistito impotente l’anziana madre. Quando Leopoldo ha fermato il suo braccio, si è reso conto di cosa aveva fatto e ha subito chiamato i carabinieri. Al loro arrivo nell’abitazione l’anziano giaceva sul pavimento in una pozza di sangue.
 
Il quarantaquattrenne si trova ora nel carcere di Salerno-Fuorni. Il sostituto procuratore della Repubblica di Vallo della Lucania, Francesco Rotondo, porterà avanti l’indagine sulla triste vicenda.
 
 
 
Valentina d’Angella

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close