Cronaca

Dispersi in Dolomiti, salvati dalle pecore

immagine

BELLUNO — Si sono salvati solo grazie alle pecore. Due escursionisti americani in vacanza sulle Dolomiti Bellunesi ieri si sono persi sull’Alpe di Mondeval. Il soccorso alpino li ha ritrovati stamane, mentre dormivano al calduccio nel bel mezzo di un gregge al pascolo.

I due turisti, originari di Boston, alloggiavano presso il rifugio "Città di Fiume". Ieri mattina erano partiti per un’escursione sull’Alpe di Mondeval, facile itinerario tra le cime Croda da Lago e Becco di Mezzodì, non lontano da Cortina d’Ampezzo. Ma la sera non sono rientrati al rifugio.
 
Il gestore ha così deciso di chiamare i soccorsi che li hanno cercati in lungo e in largo sull’Alta via numero 1. Ma senza alcun risultato, nonostante le segnalazioni di alcuni escursionisti che li avevano visti passare, ieri pomeriggio, sulla forcella Col Roan.
 
I due americani, infatti, hanno vagato per ore tra i pascoli di Mondeval. Avevano raggiunto la cima nel pomeriggio, ma al ritorno hanno perso l’orientamento e, cercando la via del ritorno, si sono allontanati del tutto dal sentiero.
 
Al calar della notte, le temperature sono scese di colpo. E i due dispersi, per salvarsi dal gelo, si sono rifugiati nel mezzo di un gruppo di pecore al pascolo. La loro lana li ha protetti dal freddo e dall’aria, consentendo loro di passare incolumi la notte all’addiaccio.
 
Questa mattina, un pastore li ha notati e ha avvertito subito il soccorso alpino di Selva di Cadore, che ha così potuto recuperare gli sfortunati escursionisti d’oltreoceano.
 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close