Cronaca

Lovere, frana minaccia il paese

immagine

LOVERE, Bergamo — Paura sabato scorso per alcuni abitanti di Lovere, in Valcamonica. Due grossi massi si sono staccati dalla montagna e sono rotolati pericolosamente a ridosso di alcune palazzine. Le abitazioni sono poi state evacuate per paura di nuove frane.

Erano le 8 di sera e le famiglie erano in casa per la cena. Improvvisamnete gli inquilini di due palazzine di due piani costruite dietro il monte San Giovanni, vicino al convento dei frati Cappuccini, hanno sentito un forte rumore provenire da dietro la casa.
 
Appena usciti si sono resi conto del grande pericolo che avevano corso: un masso di un metro cubo e un altro grande circa la metà si erano staccati dalla parete della montagna ed erano rotolati giù, mancando di poco le abitazioni.
 
Subito sono arrivati i pompieri, che hanno delimitato la zona con i nastri. A causa del buio però, hanno dovuto rimandare al giorno dopo le operazioni di recinzione del punto del distacco dei massi. Fortunatamente non ci sono stati altri crolli, ma il sindaco di Lovere ha deciso comunque di sgomberare gli appartamenti interessati, per evitare rischi di nuove frane.
 
 
 
Valentina d’Angella

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close