Cronaca

Due polacchi morti sul Grossglockner

immagine

KLAGENFURT, Austria — Una cordata polacca di cinque persone è precipitata in un crepaccio mentre scalava il Grossglockner, la montagna più alta d’Austria. Due alpinisti sono morti sul colpo, altri due sono gravemente feriti.

La tragedia è avvenuta venerdì a circa 3.000 metri di quota. La cordata, formata da due uomini e tre donne, si trovava 400 metri sotto il rifugio Erzherzog-Johann ed era diretta sulla vetta della montagna, che misura 3.798 metri.
 
All’improvviso, tutti e cinque gli alpinisti sono precipitati in un profondo crepaccio del ghiacciaio. Per recuperarli ci sono voluti quattro elicotteri del soccorso alpino austriaco. Purtroppo, però, per due di loro non c’era più nulla da fare.
 
Ancora incerte le cause dell’incidente: forse il crepaccio era coperto dalle recenti nevicate, forse il ponte di neve non era abbastanza resistente, forse un errore umano.
 
La polizia locale, parlando alla stampa austriaca, ha definito l’incidente "un mistero", perchè è davvero raro che un’intera cordata, formata da ben cinque persone, precipiti insieme in un crepaccio.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close