Sport

Valcamonica, storica corsa in montagna

immagine

MALONNO, Brescia —  Da Malonno a Fletta e ritorno, passando per i boschi, le frazioni, le santelle e i sentieri storici del versante sud del Piz Tri. Il 5 agosto non perdete l’appuntamento con la tradizionale corsa in montagna camuna, nella cornice un paesaggio e di una festa dal sapore caratteristico e imperdibile.

La 44esima edizione del “Memorial Giovanni Bianchi”, meglio noto come "Malonno-Fletta" offre oltre al solito, entusiasmante percorso tra le frazioni di Malonno anche una gustosa novità per gli atleti più allenati: la "Maratonina Storica", gara lunga 21 chilometri e aperta a tutti.
 
Il percorso tradizionale della Malonno – Fletta parte dalla zona residenziale di Malonno, a 512 metri sul livello del mare, per salire a Tedda (punto piu alto del percorso, 970 metri) passando dalla "santèla del Radel", dal forno fusorio e da Odecla. Poi scende da Moscio, Frai, Corne, One, Ronco inferiore e Lava Fontana Alta per tornare al punto di partenza.
 
Si tratta di un tracciato di 9 chilometri e mezzo, spettacolare molto intenso, che più volte è stato tappa del campionato italiano di corsa in montagna e anche quest’anno è riconosciuto a livello nazionale. E’ anche in combinata con la Cronoscalata della Maddalena.
 
Ma non sarà l’unica possibilità per gli atleti di quest’anno. Ci sarà infatti la "maratonina", un assoluto inedito per questa gara. Un tracciato di 21 chilometri che ripercorre tutti i punti più spettacolari che il percorso della gara Malonno – Fletta ha toccato in oltre quarant’anni di storia.
 
Per esempio Narcos, punto di arrivo delle prime edizioni della gara, negli anni Sessanta, quand’era ancora una cronoscalata. E poi ancora altri arrivi o tappe storiche come Campass, Prà del Biss, ovviamente Fletta, Loritto.
 
Ai nastri di partenza si attendono numerosi big nazionali e sul percorso un numerosissimo pubblico di affezionati e di curiosi che ogni anno assiepano i punti piu spettacolari della gara.
 
Ma le sorprese non sono finite. La gara, quest’anno, avrà una cornice davvero speciale. Si svolge infatti nel weekend in cui Malonno, splendido paesino della media Vallecamonica, ritorna indietro nel tempo vestendosi di abiti caratteristici, antichi mestieri, piatti tradizionali per la festa biennale di "Arti e Mestieri".
 
Per maggiori informazioni sulla gara, scarica il depliant.
 
Sara Sottocornola

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close