• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca, Primo Piano

Bloccati dalla neve sul Gran San Bernardo, salvati 11 eritrei

Colle del Gran San Bernardo (Photo courtesy of Wikimedia Commons)
Colle del Gran San Bernardo (Photo courtesy of Wikimedia Commons)

SAINT-RHÉMY-EN-BOSSES, Aosta — Stavano cercando di raggiungere la Svizzera attraversando il Colle del Gran San Bernardo, gli undici uomini di origine eritrea soccorsi sabato mattina. Un’abbondante nevicata ha bloccato il loro viaggio in macchina e così hanno tentato di attraversare il confine a piedi. Il maltempo li ha costretti a rifugiarsi in una casa cantoniera da cui sono scappati all’arrivo degli operai. Sono stati recuperati dalle Forze dell’Ordine nelle ore successive e portati ad Aosta.

Secondo quanto riporta la stampa locale, il gruppo di 10 migranti eritrei era partito da Milano su una monovolume guidata da un 39enne originario dell’Eritrea, ma residente a Lugano che avrebbe dovuto portarli in Svizzera. Giunti venerdì a pochi chilometri dal Colle del Gran San Bernardo (2473 metri) e dal confine, l’auto si è però bloccata a causa della neve che continuava a cadere.

Gli uomini hanno così tentato di attraversare il confine a piedi, ma le condizioni proibitive e gli abiti leggeri hanno impedito loro di proseguire. Si sono quindi rifugiati in una casa cantoniera per la notte, ma sabato mattina sono stati scoperti da alcuni operai. Gli eritrei, spaventati, hanno tentato la fuga tra la neve.

Polizia, carabinieri e guardia di finanza sono riusciti a rintracciarli e a portarli alla questura di Aosta per le operazioni di identificazione. Alcuni dei migranti sono stati ricoverati in ospedale a causa di malori provocati dal freddo. Le autorità hanno aperto un’indagine e, secondo l’Ansa di Valle d’Aosta, il conducente dell’automobile è stato arrestato per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.