Sport

Sospetto di doping per alcuni fondisti

immagine

TORINO — "Sono diversi i fondisti a cui è stato riscontrato un livello di emoglobina nel sangue superiore alla norma. Devono aver assunto sostanze proibite". E’ questa l’ipotesi avanzata oggi dal capo dell’Agenzia mondiale anti-doping di Torino 2006, Dick Pound.

«Francamente – ha detto Pound – pensiamo di aver a che fare con casi di doping. Ci sono troppe coincidenze nell’avere 12 atleti con un livello di emoglobina estremamente alto proprio prima dei Giochi» ha precisato.
 
Sono 14 gli atleti delle squadre olimpiche che finora sono stati sospesi dalle federazioni dopo essere stati pescati con ematocrito troppo alto. Fra questi non ci sono italiani.
 
La lotta al doping è una delle caratteristiche di questi Giochi invernali al punto che il Cio ha annunciato che entro la fine delle olimpiadi di Torino saranno effettuati circa 1200 test, il 72 per cento in più rispetto a Salt Lake City.
 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close