Alpinismo

La bufera spazza via le Wild Roses

immagine

EL CHALTEN, Patagonia — Volevano attraversare dal nord a sud del più grande ghiacciaio continentale del pianeta. Ma le condizioni avverse del tempo le hanno totalmente bloccate. Tanto che nei giorni scorsi è partita dall’Italia una spedizione in loro soccorso, per riportarle a casa. Si è infranto così, in mezzo a una tempesta sullo Hielo Patagonico Sur (in Patagonia), il sogno delle alpiniste italiane Daniela Tiraboschi, Antonella Giacomini ed Eloise Barbieri. 

Le "Wild roses" – così si sono soprannominate – erano partite sei settimane fa alla volta dell’Argentina per tentare un’impresa finora riuscita solo ai colleghi uomini.
 
Purtoppo una furiosa tempesta, che ha scaricato tonnellate di neve, le ha letteralmente sepolte sul ghiacciaio. Armate di tenacia e buona volontà le tre hanno spalato metri di neve e sono riuscite a sopravvivere in condizione estreme.  
 
La bufera ha isolato e messo in serio pericolo la spedizione. Ma ora il peggio è passato. Tiraboschi e compagne sono sfuggite al vento che soffiava nella zona del Cerro Torre, per dirigersi verso sud. 
 
È proprio lungo questo itinerario, dove il tempo è decisamente migliorato, che le tre donne dovrebbero incontrare il gruppo composto da Manrico Dell’Agnola (marito di Antonella Giacomini), Giuliano De Marchi e Gabel Beltramello partiti dall’Italia per aiutare le tre alpiniste (nella foto accanto).
 
La spedizione d’appoggio si trova in questo momento a El Calafate è nelle prossime ore partirà per El Chalten. Nel frattempo sono riprese le comunicazioni con le tre ragazze che stanno bene e sono arrivate al Paso de Viento. 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close