Alpinismo

Miss Oh sul GI: è il 13esimo ottomila

immagine

ISLAMABAD, Pakistan — E’ arrivata in vetta questo pomeriggio alle 13.16, ora pakistana. E ora sta scendendo verso campo 3. La notizia della cima dell’alpinista coreana Oh Eun Sun, che con questo risultato scavalca tutte le sue concorrenti portandosi a 13 ottomila saliti, è arrivata come un fulmine a ciel sereno: dalle spedizioni ai campi base del Gasherbrum, infatti, nelle ultime ore si levavano continue lamentele riguardo le cattive condizioni delle vie di salita.

A diffondere la notizia della cima è stata la Black Yak, sponsor dell’alpinista coreana. Secondo quanto riferito, Miss Oh sarebbe partita dal campo 3, a 7.200 metri di quota, intorno all’una del mattino e sarebbe arrivata in vetta dopo 12 ore di scalata, senza usare l’ossigeno.

Nessun altro dettaglio per ora, se non che la discesa è in corso e che l’alpinista è attesa al campo base domani.

Oh Eun-sun, 43 anni, è originaria della Corea del Sud e ha iniziato la corsa agli ottomila da pochissimo tempo. Si calcoli che negli ultimi due anni ne ha scalati ben otto: 4 l’anno scorso e, calcolando il GI, 4 quest’anno. Si è inserita all’improvviso nel "gioco a tre" in corso da diverso tempo tra Edurne Pasaban, Nives Meroi e Gerlinde Kaltenbrunner per diventare la prima donna ad aver scalato i 14 ottomila della Terra, e ad oggi, si trova in testa con 13 vette.

Il suo primato solitario, però, potrebbe durare soltanto poche ore: la Kaltenbrunner, 12 ottomila all’attivo, si trova ora sulle pendici del K2 e dovrebbe tentare la cima domani.

Tra le due, comunque, rimane una grossa differenza di stile: l’austriaca ha salito tutti i suoi ottomila senza ossigeno, senza sherpa d’alta quota e con spedizioni leggere. La coreana, invece, ha usato le bombole sicuramente su Everest e K2 e l’ossigeno le è stato contestato anche in altre salite. Inoltre, si muove abitualmente su vie già attrezzate dagli sherpa arrivando al campo base in elicottero quando il percorso è ormai pronto: una strategia che le permette di salire diversi ottomila in una stagione.

Miss Oh, poche settimane fa, ha infatti salito il Nanga Parbat. In cima, lo stesso giorno, anche Miss Go, ossia Go Mi Sun, altra coreana che puntava ai 14 ottomila ma che purtroppo è morta durante la discesa.

L’ultimo ottomila di Miss Oh sarà l’Annapurna. Ufficialmente, è pianificato per la prossima primavera, ma corrono già voci che il suo team possa anticipare la salita a quest’autunno per assicurarsi il primato.

Sara Sottocornola

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close