Sci alpinismo

Milano-Cortina 2026. La Valle d’Aosta pronta a ospitare lo scialpinismo

Il 2026 sembra lontano ma è già tempo di volgere lo sguardo all’appuntamento con le Olimpiadi Invernali di Milano-Cortina. Nulla vieta che, dopo la sorpresa del riconoscimento dell’arrampicata come disciplina olimpica a Tokyo 2020, le Olimpiadi invernali del 2026 non vedano entrare in gioco lo scialpinismo.

La Valle d’Aosta gioca d’anticipo e, con ottimismo e lungimiranza, si candida ad ospitare le eventuali gare scialpinistiche sulle proprie vette.

Ad annunciarlo giovedì l’assessore valdostano allo sport e turismo, Laurent Viérin, in occasione della presentazione dell’Epic Ski Tour 2020, evento di scialpinismo con gare che  si svolgeranno in diverse regioni d’Italia.

VDA alla ricerca di una sinergia con Milano-Cortina

“Stiamo lavorando per cercare di proporre sinergie con il Comitato Olimpico Milano-Cortina 2026″, ha dichiarato Viérin.

Accordi che siano “compatibili con il territorio e la nostra storia che è rappresentata dallo sci alpinismo, attraverso il Trofeo Mezzalama e il Tour du Rutor. E la possibilità che nuove discipline olimpiche possano essere assegnate ci offre una potenziale occasione di proporci ad accogliere anche solo una specialità compatibile con la nostra realtà”.

Un passo avanti sembrerebbe anzi essere già stato compiuto. L’assessore ha infatti incontrato, insieme a Marco Albarello, responsabile per la Valle d’Aosta dei grandi eventi, il sottosegretario con delega di grandi eventi della Regione Lombardia Antonio Rossi. Il desiderio da parte della Valle d’Aosta di entrare in squadra sarebbe inoltre stato espresso formalmente attraverso una lettera inviata negli scorsi giorni.

 

 

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close