Cronaca

Messina: 9 morti per maltempo e frane

immagine

MESSINA —  E’ di 9 morti e una ventina di dispersi il bilancio provvisorio dei nubifragi che ieri hanno flagellato le montagne della zona di Messina. Una vera e propria ondata di maltempo ha messo in ginocchio mezza Sicilia.   

Numerosi i feriti. Si parla di almeno 20 persone ricoverate in ospedale, trasferite nei nosocomi via mare per la difficoltà nei collegamenti sulle strade rese inagibili dai detriti e dai crolli.
 
Diverse le case crollate a cause delle frane e degli smottamenti. Le zone più colpite sono quelle di Giampilieri, a 20 chilometri a sud di Messina, Scaletta Zanclea e Santo Stefano Briga.
 
Le squadre di soccorso stanno scavando nel fango alla ricerca dei dispersi. Il traffico stradale e ferroviario nella zona è interrotto. Sull’autostrada A18 Catania-Messina viene consentito il transito solo ai mezzi di soccorso. Chiusa anche la statale 114.
 
Alcuni abitanti delle zone colpite si sono rifugiati sui tetti delle case per sfuggire al fiume di acqua fango, e sono stati soccorsi con l’elicottero della Protezione Civile.
 
Nella zona stanno affluendo squadre di soccorritori dell’esercito, dei Vigili del Fuoco e della Protezione Civile. In partenza per Messina anche il sottosegretario Guido Bertolaso.
 
WP

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close