Cronaca

Ortles, soccorritore precipita in cresta

immagine

BOLZANO — Un’altra tragedia in montagna segna il periodo estivo. E’ accaduta ieri, sul massiccio dell’Ortles, dove un ragazzo altoatesino di soli 25 anni è morto in seguito ad una caduta di quasi trecento metri. Il volo, a quanto pare, è stato causato da una frana di sassi sulla difficile via dello Hochjoch, che il giovane stava salendo con un amico di 19 anni.

I due erano partiti da Trafoi, in Alto Adige, ieri mattina presto per arrivare sulla cima della montagna dalla via Meranerweg. Strada facendo, però, hanno cambiato idea e hanno attaccato l’Hochjoch, una via che sale tra l’Ortles e il Piccolo Zebrù. A circa 3.700 metri, sulla cresta, l’imprevisto: il masso a cui l’alpinista si era appogggiato si è staccato e lo ha trascinato a valle, lungo un canalone, per oltre 300 metri.

Il compagno, nonostante lo shock, ha chiamato subito i soccorsi che sono arrivati sul posto in pochi minuti, ma non c’era già più nulla da fare. Hanno recuperato la salma dell’alpinista, falegname e membro del soccorso alpino, e poi il compagno rimasto bloccato in cresta.

Ora sono entrati in azione i carabinieri, che secondo fonti locali stanno indagando per accertare la dinamica della disgrazia.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close