Alpinismo

Everest: Mondinelli ripartito per Colle Sud

immagine

LOBUCHE, Nepal — Silvio Gnaro Mondinelli è ripartito verso gli ottomila metri di Colle Sud. L’alpinista ha ricevuto i pezzi di ricambio ieri sera, e ora si trova già al campo 2. Domani proseguirà verso il Colle per completare il delicato lavoro scientifico che gli è stato affidato e rimettere in perfetto funzionamento la stazione meteorologica più alta del mondo, installata lo scorso anno con la spedizione Share Everest del Comitato EvK2Cnr.

Il tempo è bello e il vento, almeno per ora, sembra aver concesso una tregua sul versante Sud dell’Everest. Un’occasione che Mondinelli non ha voluto farsi sfuggire: preparati i materiali per il lavoro scientifico, è partito stamattina dal campo base insieme al suo Sherpa, Nima, e ad altri due reclutati ieri al campo base in vista del pesante carico da trasportare al Colle.

"Abbiamo trenta chili di materiale da portare su – spiega l’alpinista -. Sono due sistemi di alimentazione per ripristinare il funzionamento della stazione alla luce dei danni che abbiamo trovato domenica al Colle Sud. E’ stato difficile trovare due sherpa così, su due piedi, ma ci sono riuscito. Sono due dei ragazzi molto bravi e hanno accettato di darci una mano".

L’alpinista, in forze alla Guardia di Finanza di Alagna, è reduce dalla salita ad ottomila metri compiuta nel weekend, durante la quale ha dovuto lavorare, senza ossigeno, per oltre quattro ore nella bufera. Ma l’impresa non sembra averlo provato. "Mi sento più in forma che mai – assicura Mondinelli -. Potrei salire due volte la cima!! Scherzi a parte, ho passato solo una giornata completa al campo base ma sono felice che siamo già pronti per ripartire. Mi sento bene e voglio finire questo lavoro nel modo migliore, questa finestra di bel tempo era da sfruttare".

Mondinelli e gli sherpa partiranno stanotte dal campo 2 alla volta del Colle Sud e domani mattina eseguiranno il lavoro che, a quanto pare, è molto delicato ma dovrebbe essere più veloce di quello compiuto domenica. A spiegare meglio cosa dovrà fare l’alpinista è Giampietro Verza, responsabile stazioni meteo del Comitato EvK2Cnr.

"I ragazzi dovranno portare al Colle due sistemi di alimentazione completamente rinnovati – spiega Verza -. Al momento la stazione sta funzionando con un solo pannello solare e una sola batteria che comunque non sono perfettamente efficienti per via del regolatore, che cercheremo di cambiare. Per fortuna, Gnaro domenica ha sostituito il palo dell’alimentazione, quindi deve solo fissare i nuovi sistemi e sostituire i sensori: nel complesso, il lavoro dovrebbe essere più veloce. Ma molto dipenderà anche dalle condizioni meteo".  

Verza seguirà in diretta il lavoro a Colle Sud dal Laboratorio Piramide, verificando in tempo reale i flussi di energia della stazione e l’arrivo dei dati dal Colle Sud. In questi giorni, ha studiato e riparato i pezzi della danneggiati della stazione portati a valle da Mondinelli e dal suo sherpa.

"Il sistema batteria che ci è arrivato – spiega Verza – aveva la batteria scoppiata e il regolatore andato. Abbiamo recuperato la scatola, messo 2 batterie più piccole e un regolatore nuovo. Poi abbiamo preparato un altro pacco batterie di scorta. Abbiamo poi rinforzato uno dei due pannelli che hanno portato giù i ragazzi e predisposto un nuovo pannello per la stazione meteorologica modificando cavi e supporto. Insomma è stato un lavoraccio, ma dalle 17 di ieri alle 14 di oggi abbiamo ripristinato due dei tre sistemi di alimentazione della stazione e ora siamo pronti per tornare al Colle Sud".

Per fortuna, il trasporto al Colle non comprende i due sensori, di vento e di umidità, che sono stati portati lassù domenica mattina, e nascosti al Colle Sud, al riparo sotto un masso. Lassù è rimasto anche il terzo sistema di alimentazione della stazione, inattivo, che non è stato possibile portare a valle.

 
———————————————- Pubblicità ———————————————

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close