AlpinismoAlta quota

Coreani verso il campo 4 della Sud del Lhotse, Kruk e Welsted tentano il Nuptse da Sud

Lhotse parete sud (Photo Uwe Gille - Wikimedia Commons)
Lhotse parete sud (Photo Uwe Gille – Wikimedia Commons)

KATHMANDU, Nepal — Sono partiti per installare campo 4 a circa 8100 gli alpinisti coreani impegnati sulla Sud del Lhotse. Il team, dopo aver allestito l’ultimo campo, sarà pronto a tentare la cima del colosso himalayano. Sugli altri ottomila tutte le spedizioni sono state dichiarate chiuse, ma al Nuptse ci sono ancora i canadesi Ian Welsted e Jason Kruk, impegnati sulla parete Sud.

Secondo quanto si legge sulla pagina facebook della spedizione coreana, confermato anche da Explorersweb, gli alpinisti sarebbero in questo momento sulla parete Sud del Lhotse. Oggi, 29 ottobre, sarebbero partiti per provare a raggiungere quota 8100 metri, dove avevano intenzione di allestire l’ultimo campo prima di tentare la vetta.

Il team è composto da 6 membri: il capospedizione Hong Sung Taek (47 anni), Kim Tae Gon (42 anni), Choi Jin Chul (42 anni), Yim Jun Ho (36 anni), Choi Hyung Woo (26 anni) e Jeon Jae Min (25 anni). Nelle scorse settimane hanno allestito il campo 1 a 5800 metri, il campo 2 a 6800 metri e il campo 3 a 7500 metri. I coreani, arrivati al campo base del Lhotse nella prima settimana di settembre, sono stati bloccati per giorni dal brutto tempo, da tempeste di neve e frequenti valanghe: stando agli ultimi aggiornamenti ora il meteo sarebbe più stabile, sebbene inevitabilmente più freddo.

Ian Welsted alla Sud del Nuptse (Photo facebook Jason Kruk)
Ian Welsted alla Sud del Nuptse (Photo facebook Jason Kruk)

Nel frattempo sugli altri ottomila la stagione è finita. Al Makalu il 23 ottobre la spedizione dell’esercito britannico ha annunciato la rinuncia a tentare la difficile cresta Sud Est. “Sfortunatamente – hanno scritto – il tempo, il meteo, e gli effetti debilitanti e stancanti della preparazione per una sfida così dura qual è questa via, hanno avuto la meglio su di noi, e ci costringono a lasciare la montagna”.

Un’ultima spedizione è però ancora in gioco, quella di Ian Welsted e Jason Kruk impegnati da metà settembre sul versante Sud del Nuptse. La cordata mette insieme due forti alpinisti canadesi: il primo, Welsted, è stato premiato proprio quest’anno al Piolet d’Or per la prima salita del K6 West compiuta con Raphael Slawinsky; il secondo Kruk era stato protagonista insieme ad Hayden Kennedy della schiodatura della Via del Compressore al Cerro Torre.

Il loro obiettivo è una salita in stile alpino, per la quale si sono acclimatati su montagne vicine. Nei giorni scorsi i due hanno già compiuto un tentativo, dovendo rinunciare però per le condizioni del ghiaccio. L’ultimo aggiornamento risale al 25 ottobre: Jason Kruk annuncia sulla sua pagina facebook l’intenzione di compiere un ultimo tentativo prima di smontare il campo base e lasciare la Sud del Nuptse.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi anche

Close
Back to top button
Close