• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Parchi

Sassolungo e Sassopiatto faranno parte del Parco Sciliar-Catinaccio

Sassolungo (Photo Leonardo Miliani courtesy of commons.wikimedia.org)
Sassolungo (Photo Leonardo Miliani courtesy of commons.wikimedia.org)

TIRES, Bolazno — É stato avviato l’iter burocratico per l’ampliamento del Parco naturale Sciliar-Catinaccio in Alto Adige. Saranno inserite Sassolungo e Sassopiatto che entreranno a far parte anche dal patrimonio dell’Unesco dato che l’area protetta è tutelata dall’associazione mondiale.

Secondo quanto riporta il comunicato stampa emesso dalla Provincia di Bolzano, negli ultimi mesi si sono tenuti vari incontri tra i tecnici dell’Ufficio provinciale parchi naturali, le amministrazioni comunali e i proprietari dei fondi interessati dal possibile ampliamento del Parco naturale Sciliar-Catinaccio.

L’area protetta è nata nel 1974 come Parco naturale dello Sciliar e comprendeva solo il massiccio omonimo a cui è stato aggiunto nel 2003 il Catinaccio. Ora, su proposta dell’assessore alla tutela del paesaggio Elmar Pichler Rolle, la Giunta provinciale ha avviato lo specifico iter di ampliamento del parco con l’aggiunta di altri due noti siti dolomitici altoatesini: Sassolungo e Sassopiatto.

Essendo il parco parte dell’area protetta dall’Unesco, quando le due montagne ne entreranno a far parte saranno anche create le condizioni necessarie per inserire entrambe nell’area dolomitica considerata patrimonio naturale.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.