• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Arrampicata

Adam Ondra vince per il terzo anno il Salewa Rock Award

Adam Ondra riceve il Salewa Rock Award da Ruth Oberrauch di Salewa Italia
Adam Ondra riceve il Salewa Rock Award da Ruth Oberrauch di Salewa Italia

ARCO, Trento — E sono tre. Adam Ondra ha vinto ieri sera il terzo Salewa Rock Award in carriera, a conferma che per il mondo verticale è ancora lui il migliore. La giuria composta dalle redazioni di 26 riviste specializzate tra le più importanti del panorama internazionale lo ha giudicato come il migliore dell’anno passato, assegnandogli il premio della sesta edizione degli Oscar dell’arrampicata.

Il primo Salewa Rock Award, il riconoscimento assegnato al climber su roccia migliore dell’anno, Ondra l’ha vinto nel 2008, all’età di15 anni. Poi un’edizione di pausa, e nel 2009 l’Oscar dell’arrampicata è andato a Chris Sharma, per tornare l’anno successivo nelle mani dello strabiliante climber ceco, che ancora nel 2011 si è dimostrato insuperabile, al di là del risultato delle singole gare delle competizioni sportive.

Il trofeo gli è stato assegnato “per il suo alzare continuamente il livello dell’arrampicata ispirando così i climber di tutto il mondo”, ieri sera, al termine delle gare degli Isfc Climbing World Championship. Durante gli Arco Rock Legends, è stato consegnato anche il premio La Sportiva Competition Award,  riservato all’atleta che più si è contraddistinto nelle competizioni di arrampicata nel corso dell’anno. Il premio è andato quest’anno al fortissimo Ramon Julian Puigblanque, vincitore di ben 5 edizioni del Rock Master.

Nel frattempo continua la sfida dei campionati mondiali di arrampicata, che nei giorni scorsi hanno incoronato i campioni del paracliming. Nelle diverse categorie spiccano le medaglie degli italiani Simone Salvagnin, Silvia Parente e Matteo Stefani, primi nella gara degli atleti con disabilità visiva, ed Oliviero Bellinzani, arrivato terzo sul podio nella gara speed per atleti senza una gamba.

Tra mercoledì e giovedì si sono svolte le prove maschili e femminili di lead, mentre oggi ci saranno le qualificazioni di speed. Poi nel weekend si terranno le finali di entrambi le discipline e il “duello”, dove gli atleti si affrontano su due percorsi eguali e paralleli di altissima difficoltà, oltre l’8a, e vince chi arrivare più in alto e nel minor tempo.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.