Turismo

Alpi: la neve c’è, ma ancora non si scia

immagine

BOLZANO — La neve, tanto attesa sulle Alpi, è arrivata. Ma ancora per oggi non sarà possibile sciare. Gli impianti in gran parte delle località turistiche sono ancora chiusi in attesa che il fondo delle piste sia sufficientemente compatto per consentire le discese.

Solo nel pomeriggio di oggi i gestori decideranno se aprire le piste, in base all’andamento meteorologico.

Intanto grossi problemi con il traffico. In Val di Sole, dove nevica da Dimaro verso il passo del Tonale, diversi automobilisti sprovvisti di attrezzatura invernale. Alcuni rami di piante hanno ostruito la sede stradale nei pressi di Campo Carlo Magno, a Madonna di Campiglio.

Rallentamenti anche in val di Fassa a causa di un paio di pullman che si sono messi di traverso. Nel fondovalle piove, il traffico sull’autostrada del Brennero è regolare.

Nonostante il maltempo, Trento è stata presa d’assalto da circa 50 mila turisti per i mercatini, con centinaia di pulmanne 2700 camper giunti in città.

Fitta nevicata oltre i 1500 metri anche in Alto Adige. Trenta centimentri sono caduti sullo Sciliar (nella foto) ma gli impianti sono ancora chiusi. Fiocchi in abbondanza anche sulle Dolomiti. Alle prime luci dell’alba i gatti delle nevi e le jeep si sono portati in quota per cominciare a sistemare le piste.

Sará un sabato di lavoro pesante per gli operatori turistici che entro domattina dovranno far trovare le piste pronte per la prima domenica di sci.

La speranza è che la temperatura rimanga intorno allo zero: previste precipitazioni nevose e un manto spesso venti centimetri. A questo primo strato, che servirá per creare la base, ne verrá aggiunto uno ulteriore di neve artificiale, sparata a piu non posso, con i cannoni.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close