Cronaca

Scialpinista travolto da valanga

immagine

BELLUNO — E’ finita in tragedia la scialpinistica notturna di un 65enne sulle Dolomiti bellunesi. L’uomo, approfittando della notte di luna piena, era salito ieri sera sul Monte Pore, cima di 2.403 metri che si affaccia sulle Dolomiti Ampezzane e Agordine. Poi nella discesa è stato investito da una valanga e ora risulta disperso: i soccorsi lo hanno cercato per tutta la notte e hanno ripreso stamattina.

L’allarme, secondo quanto riferito dalla stampa locale, è stato lanciato ieri sera tardi da alcuni conoscenti del disperso che si sono accorti della sua assenza. I soccorritori sono subito giunti sul posto, trovando l’auto dell’uomo parcheggiata vicino a una casera e le tracce dei suoi sci sulla montagna. Sul libro di vetta c’era la firma del 65enne, originario di Sospirolo, che portava l’orario delle 23.30.

Perlustrando la montagna, hanno poi individuato un’enorme slavina con un fronte di 500 metri. Purtroppo, lì accanto, c’erano le evidenti tracce di due sci in entrata. L’ipotesi è quindi che l’uomo sia stato travolto durante la discesa, ma di lui non è ancora stata trovata traccia nonostante le ricerche siano proseguite fino alle 4 del mattino.

Stamattina le ricerche sono riprese, sotto la minaccia di altri distacchi che potrebbero essere causati dalle fitte nevicate in corso sulla zona. Sul posto, una squadra di ben 50 soccorritori e 6 unità cinofile provenienti da tutte le stazioni di soccorso dell’agorsino e di Cortina.
 

Sara Sottocornola

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close