• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
News

Matteo Della Bordella su RAI3. Dal Bhagirathi IV al nuovo libro

matteo della bordellaFoto FB Matteo della Bordella – Ph. Matteo De Zaiacomo

Domenica le previsioni meteo annunciano tempo inclemente. Noi vi forniamo una alternativa per restare comodamente a casa e salire in quota in maniera virtuale. Sintonizzatevi su RAI 3 alle ore  16 per una puntata di “Kilimangiaro” che vedrà tra i protagonisti del giorno Matteo della Bordella.

Il Presidente dei Ragni di Lecco racconterà del suo nuovo libro “La via meno battuta” e della recente spedizione al Bhagirathi IV (6.193 m), in India.

“La via meno battuta”, una biografia in verticale

Dal mese di ottobre è reperibile in libreria la biografia di Matteo della Bordella dal titolo “La via meno battuta. Tutto quello che mi ha insegnato la montagna” (Rizzoli, 2019). Il sottotitolo sintetizza con efficacia la finalità del racconto dell’alpinista varesino, che in questa fatica letteraria parla di successi e rinunce in quota, ma anche di amicizia, sentimenti.

La montagna è una costante nella vita di Matteo, lo è stata nei suoi primi 35 anni e di certo lo sarà nel futuro. Gli ha donato emozioni ma gli ha anche sottratto gioie, come quella di avere accanto in padre, scomparso troppo presto in un tragico incidente in parete. C’è spazio per gioie e dolori in questo libro, che vi invitiamo a leggere.

Bhagirathi IV, una spedizione “incredibile”

Di ritorno dall’India, a fine settembre, l’aveva descritta così Della Bordella la sua ultima spedizione in compagnia di Matteo De Zaiacomo Luca Schiera: “incredibile”.

Abbiamo rischiato di non combinare nulla, poi all’ultimo abbiamo fatto all in”.

L’all in è stata la salita di una nuova via lungo l’inviolata parete ovest del seimila indiano, ai cui piedi hanno trascorso un mese e mezzo lontani dal clamore mediatico. Una spedizione resa complessa dal meteo ma vincente grazie ad una squadra formidabile e indomabile.

Nonostante i primi tentativi abortiti a causa del forte rischio valanghe, alla fine il trio ce l’ha fatta. Con un pizzico di follia, salendo la parete in velocità. “Una salita in giornata, senza portaledge, senza bivaccare”. Una strategia pazza ma vincente.

Articolo precedenteArticolo successivo

1 Comment

  1. Dalle 16 alle 17 .30 attesa lunga con i soliti documentari…Poi finalmente ..intervistina breve.Non si offenda se mi pare che non buchi lo schermo.. vedremo il libro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.