• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo, Primo Piano

Fermento ed attesa al CB del GII. Cala Cimenti: “Sto mangiando con Adam Bielecki di fronte!”

cala cimenti, bilecki adam, alpinismo, GIIFoto @ Dino Bonelli – Cala Cimenti Facebook Page

Adam Bielecki è arrivato al campo base del Gasherbrum II, lo si apprende da un laconico messaggio del polacco, che informa che sono tutti di ottimo umore, e da un a dir poco entusiastico post su Facebook di Cala Cimenti, che alla sua Erika a casa scrive: “sto mangiando con Adam Bielecki di fronte” ed una faccina che sorride cool.

Adam è un gran figo e anche simpatico– continua a scrivere Cala Cimenti – ha già raccontato un sacco di aneddoti interessanti, anche retroscena succulenti. 
Tra le altre cose ha raccontato quando questo inverno sul k2 gli è arrivato un blocco di ghiaccio in faccia e gliel’ha aperta, il medico era già andato via e quindi lo hanno cucito i suoi amici polacchi, non sapendo come fare e ognuno proponendo una manovra diversa sopra la sua faccia, poi ha fatto vedere la cicatrice che va da metà fronte a metà naso dicendo: “alla fine hanno fatto un buon lavoro no? Mi hanno messo sei punti“
.

Trascinato dall’entusiasmo l’alpinista piemontese si è anche proposto di fare cordata con Adam al Pik Pobeda, due volte già tentato dal polacco, senza però mai riuscirci. “La seconda volta dice che è rimasto a 6900mt per 5 giorni nella bufera senza cibo né acqua e considera un grande successo essere sopravvissuto. Allora gli ho detto che se si comporta bene sta volta magari la prossima volta lo accompagno io fino in cima!!! Ahahah” scrive.

Si trascorrono così, tra allegria ed anche un po’ di noia, i momenti di attesa al campo base, aspettando che il bel tempo arrivi e conceda agli alpinisti di poter salire sulla montagna. Il meteo, secondo quanto racconta Bielecki, non è dei migliori, ma il team dovrebbe cominciare l’attività in parete domani. Cala Cimenti ed il compagno di cordata Matthias Koenig hanno deciso di lasciare il campo base assieme ai polacchi per sposarsi con loro a campo 1.

Le loro strade però non proseguiranno insieme a lungo: per la cordata italo-svizzera il tempo sta per scadere e ben presto, il 3 luglio, dovrà fare rientro a Skardu. Dalla loro c’è il fatto che, dopo il successo sul Laila Peak, dovrebbero essere già acclimatati a sufficienza. Probabilmente hanno solo bisogno di una buona finestra per tentare la cima del GII e provare a scendere con gli sci.

Adam Bielecki e Jacek Czech invece, nonostante l’intenso allenamento anche utilizzando maschere ipossiche, dovranno dedicare questa prima fase all’acclimamento prima di poter salire il GII dalla via normale e poi rivolgersi al GIV o al GVII alla ricerca di un “alpinismo esplorativo”.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.