Sport

Conto alla rovescia per le Olimpiadi

immagine

VANCOUVER, Canada —  Il conto alla rovescia è cominciato così come sono cominciati gli scongiuri perchè Giove Pluvio mandi un po’ di neve sulle piste di Vancouver dove stanno per partire le Olimpiadi invernali.

Finora a Whistler e soprattutto a Cypress Mountain fa ancora troppo caldo. Mancano ancora alcuni giorni all’apertura ufficiale del 12 febbraio. Gli organizzatori non nascondono una certa preoccupazione. Anche perhè il resto del dispositivo dei Giochi della 21esima Olimpiade è già pronto. Impianti, piste e trasporti sono state rodate. Il villaggio olimpico è al completo con 2500 atleti provenienti da 82 nazioni diverse.
 
In cartellone 86 eventi sportivi. Dallo sci alpino al fondo, dal pattinaggio all’hockey. Con qualche novità: a Vancouver infatti debutta lo skicross, la disciplina "estrema" che arricchisce il carnet del freestyle e che sembra concepita per attirare gli appassionati più giovani. Gli atleti si sfideranno tra gobbe, salti e paraboliche in una folle corsa di circa 60 secondi. 
 
Nutrita la presenza delle star del circo bianco. Dalla statunitense Lindsey Vonn, dominatrice della Coppa del Mondo nelle gare di velocità, al wunderteam austriaco che punta sul collaudato Benjamin Raich e spera negli altri membri dello squadrone biancorosso. E poi ci sarà il norvegese Ole Einar Bjoerndalen, leggenda vivente del biathlon (nella sua carriera olimpica ci sono 5 ori, 3 argenti e 1 bronzo). Le squadre scandinave come al solito daranno battaglia nel fondo, i padroni di casa del Canada invece puntano sul ghiaccio per acciuffare l’oro sfuggito a Calgary nell’88: hockey e curling gli obbiettivi.
La delegazione azzurra è presente in Canada con 109 atleti: 85 per le discipline della neve e 24 per il ghiaccio. A Torino gli azzurri conquistarono 11 medaglie: 5 ori e 6 bronzi. Ripetere quelle straordinarie prestazioni non sarà facile. Ci proverà certamente Armin Zoeggeler, fuoriclasse dello slittino con 9 coppe del mondo e 2 titoli olimpici all’attivo. Ci proveranno i fondisti al team maschile capitanato dal portabandiera Giorgio Di Centa e le fondiste Arianna Follis, Marianna Longa, Antonella Confortola e Magda Genuin.
 
Lo sci azzurro sarà orfano dell’infortunata Nadia Fanchini e di Giorgio Rocca che ha chiuso anzitempo la carriera. Ma gli spunti nella squadra azzurra non mancano con Federica Brignone, Denise Karbon, Manuela Moelgg ed Elena Fanchini. Mentre in campo maschile le speranze italiane sono riposte in Massimiliano Blardone, Manfred Moelgg, Giuliano Razzoli e Werner Heel.
 
E poi c’è il pattinaggio con la leggiadra Carolina Kostner, campionessa d’Europa in cerca della consacrazione definitiva. Buone speranze anche dalla coppia Faiella-Scali, qualche soddisfazione potrebbe arrivare dallo short track, mentre Enrico Fabris punta a replicare la splendida impresa di 4 anni fa sui pattini veloci.
 
WP

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close