Cronaca

Precipitano dalla cresta in motoslitta

immagine

CORTENO GOLGI, Brescia — Brutto incidente la notte tra mercoledì e giovedì sulle montagne dell’Alta Valcamonica. Un fratello e una sorella di 28 e 14 anni, stavano facendo un’escursione in motoslitta con altri amici a 2.220 metri di quota, quando hanno oltrepassato una cresta e sono precipitati lungo un canalone, per circa 200 metri. Difficilissime le operaizoni di soccorso che sono durate 7 ore. Alla fine i due ragazzi sono stati recuperati.

L’incidente è avvenuto a circa 2.200 metri di quota, sul versante orografico sinistro della Valle di Corteno, in Alta Valcamonica. I due ragazzi, fratello e sorella di 28 e 14 anni, residenti in una frazione di Corteno Golgi, erano usciti per una gita in motoslitta con amici e si trovavano nella zona di Porta di Barbione.

Erano circa le 22.30 quando i due hanno oltrepassato una cresta e sono precipitati lungo un canalone, facendo un salto di circa 200 metri. Immediatamente i loro compagni hanno chiamato aiuto e sono arrivati sul posto gli uomini della V Delegazione Bresciana del Soccorso Alpino.

Le operazioni di soccorso sono durate 7 ore, fino alle 5 di ieri mattina. Sono state rese particolarmente difficili da diversi fattori: prima fra tutti la notte, che ha impedito l’uso dell’elicottero e ha costretto i soccorritori della Stazione di Edolo a raggiungere il luogo con mezzi fuoristrada e attrezzature per il recupero dall’alto dei due giovani.

Oltre al buio poi, neve e ghiaccio hanno reso più dura la salita fino al luogo dell’incidente, senza contare le temperature molto rigide che richiedevano un’azione tempestiva per evitare il peggio ai due ragazzi. Sul posto erano presenti anche due medici per fornire le prime cure e garantire il trasporto dei feriti in sicurezza.

I giovani alla fine sono stati recuperati con gli argani meccanici, così come la motoslitta con cui avevano fatto l’incidente. I due fratelli sono stati poi portati in ambulanza all’ospedale di Edolo, dove sarebbero attualmente ricoverati, fortunatamente non in pericolo di vita.

Valentina d’Angella

Foto courtesy of Forum meteonetwork.it

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close