Cronaca

Incidente elicottero: due ipotesi al vaglio

immagine

AOSTA — Continuano le indagini sull’elicottero schiantotosi tre giorni fa sul Monte Bianco. L’Agenzia nazionale per la sicurezza del volo sta esaminando il materiale raccolto per determinarne le cause dello schianto costato la vita a due persone. Da quanto trapelato, sono due le ipotesi più accreditate. Si va dall’errore umano alla folata di vento che avrebbe fatto sbalzare il velivolo. Ma finora nessuna prova certa. 

Gli esperti, dopo il sopralluogo di ieri, stanno esaminando le immagini della sciagura. Sia quelle scattate pochi istanti primi da alcuni turisti che si trovavano a Punta Elbronner sia quelle dei soccorritori.
 
Non è servita invece a chiarire la dinamica dell’accaduto la testimonianza di Ronald Shullani, l’operaio albanese sopravvissuto all’incidente e ricoverato nel reparto di chirurgia dell’ospedale Parini con una prognosi di 60 giorni.
 
Agli investigatori della Guardia di Finanza di Entreves ha raccontato di aver visto l’elicottero piegarsi sulla destra e abbassare la coda prima di essere sbalzato in mezzo alle rocce.
Determinante potrebbe essere la testimonianza di Andrea Bellinzona, pilota dell’elicottero, che purtroppo è ricoverato in condizioni critiche nel reparto di rianimazione dello stesso ospedale.
 
Nel frattempo i risultati delle indagini svolte dell’Ansv saranno comunicati alla procura di Aosta. 
 
WP

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close