Scienza e tecnologia

E Bergamoscienza “vola” in alta quota

immagine

BERGAMO — Sarà il Comitato Ev-K²-CNR a promuovere il settore ricerca scientifica d’alta quota durante la manifestazione Bergamoscienza. Con il premio Nobel Paul Crutzen, l’intellettuale Bjorn Lomborg, una straordinaria mostra sui laboratori scientifici d’alta quota e una spettacolare serata con Mario Merelli e Agostino Da Polenza.

Un’ampia parte della quarta edizione di BergamoScienza, assise internazionale della divulgazione scientifica in programma dal 28 settembre al 15 ottobre 2006, sarà dedicata alle scienze della Terra.
 
Per realizzare qualcosa di unico, la scelta è caduta sul miglior partner sulla piazza, nonché vicino di casa: il Comitato Ev-K²-CNR, da oltre 15 anni impegnato in progetti internazionali di ricerca scientifica e tecnologica nelle regioni montane.
 
Con l’obiettivo condiviso di creare una nuova cultura della divulgazione scientifica, educando soprattutto i giovani, i due enti hanno costruito una rassegna di eventi accattivanti e incontri con nomi di primo piano del mondo scientifico.
 
Il Comitato ha suggerito innanzitutto la presenza del direttore del Dipartimento Terra e Ambiente del Cnr (Consiglio nazionale delle ricerche) Giuseppe Cavarretta, che farà da moderatore all’incontro con uno degli intellettuali più autorevoli al mondo: Bjørn Lomborg, autore del discusso lavoro "L’ambientalista scettico. Non è vero che la terra è in pericolo". La tavola rotonda, che avrà per tema “Le dieci sfide globali del pianeta”, si terrà domenica 1 ottobre alle ore 11.30 all’ Auditorium Seminario Vescovile Giovanni XXIII di Bergamo.
 
Grazie ai buoni rapporti costruiti negli anni scorsi, il Comitato Ev-K²-CNR ha reso possibile la presenza del premio Nobel per la Chimica, Paul Crutzen, che andrà ad arricchire il ricco palmares di BergamoScienza che nelle edizioni passate ha già visto sul palcoscenico altri premi Nobel, come Rita Levi Montalcini e Kary Mullis. Lo scienziato e il Comitato collaborano infatti già da tempo al progetto Abc (Atmospheric brown clouds) portato avanti dall’Unep (l’Agenzia per la protezione dell’ambiente delle Nazioni Unite).
 
Crutzen sarà a Bergamo l’11 ottobre per fornire una lecture sull’"Era dell’Antropocene" presso l’ex chiesa di S. Agostino alle ore 21.00. Prima della lecture, Crutzen sarà al Palamonti, dove è allestita la mostra La ricerca "d’Alta Quota”, per accendere in diretta il sistema di webcam che metterà in collegamento Bergamo con la stazione Abc-Pyramid, la stazione di rilevamento atmosferico più alta del mondo installata nei pressi della Piramide dell’Everest.
 
La mostra, vero filo conduttore di tutti gli eventi, verrà inaugurata presso il Palamonti di Bergamo da Giuseppe Cavarretta, e dal Presidente del Comitato Ev-K²-CNR, Agostino Da Polenza, il prossimo 1 ottobre alle ore 10. E resterà allestita fino al 15 ottobre. 
 
La rassegna, realizzata grazie alla collaborazione con l’Università di Torino, l’Infn (Istituto nazionale di fisica nucleare) e il Cai di Bergamo, darà al pubblico e alle scuole la possibilità di entrare nell’affascinante mondo dei laboratori scientifici di alta quota, attraverso una ricca panoramica sulle ricerche condotte a migliaia di metri sopra il livello del mare. Studi climatici ed ambientali, scienze della terra, medicina e fisiologia, ricerca antropologica, tecnologie ecocompatibili, telecomunicazioni satellitari e così via.
 
Nel corso della mostra saranno presentati laboratori italiani, europei e internazionali. Grande rilievo sarà dato alla Piramide dell’Everest, il laboratorio scientifico più alto del mondo, gestito dal Comitato Ev-K²-Cnr e installato a 5.050 metri di quota in Nepal. La mostra conterrà fotografie, pannelli esplicativi, video, web-cam interattive, strumenti scientifici antichi e moderni, e una sezione dedicata ad Abc-Pyramid.
 
Non mancherà una serata di intrattenimento, dal titolo: “Quando alpinismo e scienza si incontrano”, che affascinerà il pubblico del Palamonti il 6 ottobre 2006 alle ore 21con Agostino Da Polenza (presidente del Comitato Ev-K²-CNR, alpinista e organizzatore delle più importanti spedizioni alpinistico-scientifiche italiane) e Mario Merelli (alpinista e membro della spedizione alpinistico-scientifica K2 2004). Il viaggio meraviglioso che ha unito da sempre esplorazione, scienza e alpinismo sarà ripercorso dal vivo, con immagini mozzafiato e racconti dei protagonisti.
 
  
Appuntamenti:
 
1 ottobre, ore 10 Inaugurazione mostra La ricerca "d’alta quota" – il mondo dei laboratori scientifici in alta quota" (con Giuseppe Cavarretta, CNR – Agostino Da Polenza, Ev-K²-CNR) – Palamonti, Bergamo
1 ottobre,  ore 11.30 Tavola Rotonda  Le dieci sfide globali del pianeta: quali possiamo affrontare? (con Relatori: Bjorn Lomborg, dir. Copenhagen Consensus Center, Copenhagen Business School, Giuseppe Cavarretta dir. Dip. Terra e Ambiente, CNR Roma Moderatori: Franco Battaglia dip. di Chimica Fisica, Università di Roma Tre, Renato Angelo Ricci com. scientifico BergamoScienza) – Auditorium Seminario Vescovile Giovanni XXIII – Città Alta
1-15 ottobre Mostra La ricerca "d’alta quota": il mondo dei laboratori scientifici in alta quota – Palamonti, Bergamo
6 ottobre, ore 21  Serata: “Quando alpinismo e scienza s’incontrano” con Mario Merelli e Agostino Da Polenza  –  Palamonti, Bergamo
11 ottobre, ore 18  Incontro con Paul Crutzen, Premio Nobel per la Chimica anno 1995  – Palamonti, Bergamo
11 ottobre, ore 21
Lecture "Era dell’Antropocene" (con Paul Crutzen) – Ex-chiesa S. Agostino, Città Alta, Bergamo
  
 
 
 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close