AlpinismoAlta quota

Broad Peak. Salita record in 7 ore per Védrines. Urubko in vetta in 14 ore

È stato un Broad Peak decisamente in velocità quello di Benjamin Védrines. La guida francese ha battuto il record di salita arrivando in vetta in sole 7 ore e 28 minuti dal campo base, un tempo davvero incredibile. Poi è sceso in parapendio. Il primato precedente di 15 ore e 40 minuti era detenuto dal luglio 1984 da Krzysztof Wielicki. Al momento la notizia è stata data dall’agenzia pakistana Alpine Adventure Guides. Si attendono maggiori dettagli dal francese.

Védrines è in spedizione con il compagno Nicolas Jean, il quale è andato in cima alla dodicesima montagna della Terra la settimana scorsa assieme all’italiano Giuseppe Vidoni. Durante quel tentativo Benjamin si era ritirato perché non stava molto bene.

Per l’alpinista è il primo 8000, ma in carriera ha già delle salite davvero notevoli tra cui l’apertura nell’autunno 2021 di una nuova via sull’inviolata Nord del Chamlang (7319 mt) in Nepal insieme a Charles Dubouloz. Nel febbraio 2022 ha poi completato con Léo Billon e Sébastien Ratel la salita in invernale delle tre classiche nord delle Alpi in meno di un mese; a maggio di quest’anno ha invece completato la traversata del massiccio del Monte Bianco in scialpinistca in sole 20 ore. Nell’agosto del 2021 ha battuto il record di velocità dello “Spaghetti tour”, ossia la salita dei 18 4000 del massiccio del monte Rosa (con un tempo di 9h18′.

Salita in 14 ore per Urubko

In vetta al Broad Peak è salito in velocità anche Denis Urubko. L’alpinista è partito dal campo base alle 20.20, ha raggiunto campo 3 alle 3.30 del mattino e ha ripreso alle 4.20 la scalata raggiungendo la cima alle 11.00. In totale sono 14 ore e 40 minuti. Un tempo decisamente notevole, considerando (ci perdonerà) il suo non essere più di primo pelo e lo stop di qualche anno dall’aria sottile. Denis è poi sceso chiudendo al campo base con il tempo di 21 ore.

Per Urubko è la terza volta in vetta al Broad Peak.

Altre salite da segnalare

Ci sono altre salite da segnalare sul Broad Peak di cui si attendono ancora informazioni precise.

Le prime tre sono italiane: ieri hanno toccato la cima Marco Camandona, Pietro Picco e Raffaele Barbolini.

Ha raggiunto la vetta anche il polacco Rafael Fronia, il quale dovrebbe anche lui essere salito da solo in un single push dal campo base.

Tags

Articoli correlati

2 Commenti

  1. E meno male che Urubko diceva che la sua carriera in alta quota era ormai al tramonto. Con questo tempo dimostra che potrebbe continuare ad aprire nuove vie sugli 8000 almeno per altri 5 anni ancora.

  2. Belle queste salite.
    Però noto con dispiacere che nessuno dice più COME sale: usando campi attrezzati, usando corde fisse, seguendo piste tracciate, legandosi con altri per alcuni tratti, usando materiale altrui, ….
    Chissà se qualcuno (mi vengono in mente solo Urubko e i coniugi Benet) è capace di fare tutto senza dipendere da tanti altri ?!?!?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close