News

Nel Parco del Gran Paradiso i gipeti nascono “in diretta tv”

La serie GipetOnAir, realizzata dal Parco Nazionale del Gran Paradiso, ci sta abituando a emozioni che non sapevamo di poter provare. A distanza di 3 anni dalla nascita del gipeto Avrì, di cui comodamente da casa abbiamo avuto modo di seguire le prime tappe della vita, dalla schiusa dell’uovo all’abbandono del nido familiare, la webcam che monitora il nido di gipeti di Chamossière, in Valsavarenche, torna a regalarci le immagini di una nascita “in diretta tv”. Anzi due.

Benvenuti Neige e Pequioù

A fine gennaio, in occasione dell’annuncio del riavvio delle registrazioni da parte della webcam, interrotte per una stagione a causa di un malfunzionamento, il Parco ci aveva lasciati con una domanda: “La coppia di gipeti è tornata a nidificare nel nido di Chamossière, l’uovo sarà stato deposto?”

La risposta è sì. La preziosa webcam ha ripreso nel corso del mese di febbraio una doppia deposizione. Dopo oltre un mese di cova, un periodo estremamente delicato in cui risulta essenziale non disturbare i genitori impegnati ad accudire le uova con temperature rigide, senza abbandonare il nido neanche in presenza di vento forte, a metà marzo è arrivato il momento della schiusa.

“A distanza di alcuni giorni l’uno dall’altra si sono schiuse entrambe le uova nel nido, benvenuti Neige e Pequioù!”, il messaggio del Parco che accompagna il nuovo video della serie. Il nome dei due piccoli gipeti, new entries del nido di Chamossière, è stato scelto dagli alunni della scuola di Valsavarenche, Comune in cui è presente il nido.

Perché i gipeti depongono le uova in inverno?

Sorge spontanea una domanda: perché i gipeti scelgono il periodo più freddo, ventoso, complicato dell’anno, per deporre le uova? Non si rischia in tal modo di mettere a repentaglio la sopravvivenza dei piccoli?

Come spiega il Parco “nelle puntate precedenti”, bisogna guardare oltre l’inverno, oltre il complicato periodo della cova, tra freddo e intemperie. Le uova si schiudono quando ormai è in arrivo la primavera, stagione in cui risulta più facile per i genitori-gipeti trovare carne fresca, sfruttando le carcasse degli animali non sopravvissuti all’inverno. La carne fresca rappresenta infatti l’alimento fondamentale per i piccoli che, nelle prime settimane di vita, ancora non sono in grado di digerire le ossa.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close