Alpinismo

Nanga: elicotteri decollati dal base

immagine

BERGAMO — Sono decollati pochi istanti fa gli elicotteri che dovranno recuperare Walter Nones e Simon Kehrer sulla parete Rakhiot del Nanga Parbat. I due alpinisti questa stamattina sono riusciti a scendere a un pianoro ghiacciato a 5.700 metri di quota, dove ora i piloti si stanno dirigendo per effettuare il recupero. Al momento, però, sulla parete si è riaddensata la nebbia.

"Li abbiamo visti, stanno scendendo con gli sci, dritti sotto il colle!" Erano le 3.45 del mattino, in Italia, e le 7.45 in Pakistan, quando a Bergamo è arrivata la tanto attesa telefonata di Maurizio Gallo che annunciava l’avvistamento di Walter Nones e Simon Kehrer. I due alpinisti, da dieci giorni sulla parete Rakhiot del Nanga Parbat, hanno lasciato stamattina la cresta dove è tracciata la via Buhl per portarsi su un pianoro sotto i seimila metri.
 
"Sono venuti giù in diagonale da destra – ha detto Gallo in una nuova telefonata poche ore dopo -. Hanno puntato verso il basso ma non seguendo la via Buhl. Sono scesi dritti, hanno fatto un traverso in neve alta abbastanza pericoloso, hanno fatto la doppia sul seracco e si sono portati sul pianoro dove mi hanno detto che avrebbero atteso l’elicottero".
 
Gli elicotteri militari sono arrivati al campo base verso le 7.30 ora italiana. Gallo e Mondinelli hanno parlato con i piloti per spiegare loro la posizione di Nones e Kehrer, perchè al momento il cielo si è riannuvolato e sulla parete c’è un po’ di nebbia.
 
Pochi minuti fa, si sono alzati in volo per individuarli.
 
 
 
 
 
 
 
 
Sara Sottocornola

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close