News

Dolomiti bellunesi, trovato vivo il disperso sul monte Coppolo

Soccorritori partono da Lamon (Photo Cnsas veneto)
Soccorritori partono da Lamon (Photo Cnsas veneto)

UPDATED – LAMON, Belluno — E’ stato ritrovato vivo il 69enne di Lamon disperso da sabato sera sul Monte Coppolo, cima di 2.069 metri nelle Dolomiti bellunesi. Circa 60 persone hanno lavorato alle operazioni: alla fine questa mattina un cacciatore, volontario nelle ricerche, l’ha individuato sul versante nord dell montagna verso il Trentino. L’uomo è in gravi condizioni a causa dei traumi riportati in una caduta e allo stato di ipotermia.

Secondo i comunicati stampa del Soccorso alpino veneto l’allarme era scattato sabato nel tardo pomeriggio quando l’uomo aveva chiamato la moglie per dirle di essersi perso sul Coppolo, la montagna di Lamon. La donna aveva chiesto aiuto ad amici di famiglia che hanno provato ad andargli incontro lungo la cresta dal passo Brocon. Il cellulare del disperso però aveva smesso di essere raggiungibile, forse a causa dela batteria scarica, così gli amici erano tornati indietro e alle 22.30 avevano allertato il 118.

Gli uomini del Soccorso alpino lo avevano cercato tutta la notte e poi per tutta la giornata di ieri. L’elicottero di Trento aveva effettuato ieri mattina una prima ricognizione dall’alto, seguita verso le 13 dall’elicottero del Suem di Pieve di Cadore, mentre decine di persone si dividevano le zone da perlustrare a piedi, a partire da località Spirongola, versante sud del Monte Coppolo, dove l’uomo era stato visto l’ultima volta da un conoscente, che l’ha incrociato sabato intorno alle 16.30.

Soccorritori partono da Lamon (Photo Cnsas veneto)
Soccorritori partono da Lamon (Photo Cnsas veneto)

Le ricerche però non hanno dato risultati fino a questa mattina. Ieri sera i carabinieri avevano comunicato al Soccorso alpino l’ultima cella telefonica che aveva agganciato il cellulare dell’uomo, nell’area di Gosaldo. Questo ha indotto a pensare che l’escursionista avesse valicato la cresta, sempre nel territorio di Lamon, ma sul versante nord del Coppolo verso il Trentino. Le ricerche pertanto si sono concentrate stamattina su quel lato, e a ragione.

Un cacciatore che partecipava volontario alle ricerche, lo ha trovato ancora vivo ma in gravi condizioni fisiche. Il disperso era infatti caduto e aveva riportato serie ferite. Era inoltre in stato di ipotermia.

Attualmente la nebbia non permetterebe l’intervento dell’elicottero, e un medico starebbe andando incontro alla squadra del Soccorso alpino che ha iniziato a trasportarlo in barella verso valle.

Hanno partecipato alle ricerche il Centro mobile di coordinamento del Soccorso alpino posizionato a Le Ei, con una sessantina di persone: i soccorritori di Feltre, Belluno, Prealpi Trevigiane, Pedemontana del Grappa, Tesino, la Guardia di finanza di Passo Rolle e Tione di Trento, vigili del fuoco, Corpo forestale dello Stato, Protezione civile di Trento con il gruppo cinofilo, unità cinofile del Soccorso e della Finanza.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close