• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Bike

Bike, sfida sulle Alpi italiane per le ultime tappe della Transalp

La partenza della corsa ciclistica Tour-Transalp a Sonthofen, in Germania (Photo courtesy of  www.tour-transalp.de)
La partenza della corsa ciclistica Tour-Transalp a Sonthofen, in Germania (Photo courtesy of www.tour-transalp.de)

LIVIGNO, Sondrio — L’arrivo a Livigno nella giornata di ieri ha finalmente portato in Italia la Transalp. Le ultime 3 tappe dell’undicesima gara ciclistica che attraversa le Alpi si svolgeranno infatti sulle montagne del nostro Paese, attraversando tra gli altri Passo del Tonale, Passo del Foscagno e il difficilissimo passo del Mortirolo.

La Schwalbe TOUR Transalp powered by Sigma è una gara ciclistica per amatori che attraversa l’Arco Alpino. La competizione è strutturata a tappe e gli atleti partecipano a coppie, suddivisi in cinque categorie: Donne, Uomini, Mixed, Masters (uomini con età complessiva superiore a 80 anni in coppia) e Grand Masters (uomini con età complessiva superiore a 100 anni in coppia).

L’undicesima edizione è partita da Sonthofen in Germania e ha visto al via 650 coppie provenienti da 27 diverse nazioni, inclusi 40 atleti azzurri alcuni dei quali già vincitori negli scorsi anni. Il percorso complessivo è di quasi 890 chilometri con un dislivello complessivo di quasi 18 mila e 500 metri suddiviso in 7 tappe che attraverseranno le montagne alpine di Germania, Austria, Svizzera ed Italia.

La quarta tappa si è conclusa ieri con l’arrivo a Livigno e le ultime 3 si svolgeranno interamente in Italia. Quest’oggi dalla località valtellinese i cicloamatori partiranno alla volta dell’Aprica percorrendo il Passo d’Eira, il Passo del Foscagno, ma soprattutto il temibile Mortirolo. Dall’Aprica partiranno poi venerdì per la penultima tappa che arriverà a Caldaro sulla Strada del Vino attraversando il Passo del Tonale. L’ultima tappa avrà inizio dalla località altoatesina e si concluderà in Trentino con il traguardo posto ad Arco.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.