Alpinismo

I Ragni verso un sogno targato Patagonia

immagine

LECCO — Due pareti dure e inviolate. L’imponente muro di granito della Nordovest del Cerro Piergiorgio. E l’aguzzo pilastro sulla Ovest dell’Aguja Mermoz. Determinati come non mai, i Ragni di Lecco sono in partenza per la Patagonia con l’intenzione di chiudere in bellezza le celebrazioni del loro sessantesimo anniversario di fondazione.

 

La partenza è fissata per la prossima settimana. La squadra è formata dalla crema dell’alpinismo lecchese, arricchita dalla presenza di un paio di "stranieri" d’eccezione.
 
I Ragni Cristian Brenna, Giovanni Ongaro e Matteo Bernasconi, insieme al valdostano Hervè Barmasse e al valtellinese Dante Barlascina compongono il dream team diretto al Cerro Piergiorgio. Lì attaccheranno la via Casimiro Ferrari del 1995, per completarla e raggiungere la cima lungo la parete che sinora ha respinto oltre 20 tentativi di salita ad opera di celebri firme dell’alpinismo.
 
Con loro ci saranno anche il Presidente dei Ragni di Lecco, Alberto Pirovano, e Mariolino Conti, eroe del Cerro Torre nel 1974 e compagno di cordata di Casimiro Ferrari nel tentativo alla Nordovest del Piergiorgio nel 1995. Allora, la scalata fu interrotta sotto il grande camino obliquo che solca la parte alta della parete, dalla cui sommità si accede ai diedri e pilastri terminali.
 
Una grande spedizione che porta grandi firme anche del mondo aziendale. Tra i supporters cè niente di meno che la famiglia Rocca con Gian Felice Rocca, vicepresidente di Confindustria, Paolo Rocca, presidente di Techint, e Palù Rocca, figlio del celebre alpinista Agostino Rocca.
 
Il viaggio in Patagonia sarà anche l’occasione per coronare il progetto "Liberi in Libera" che, in occasione del sessantesimo, ha visto i giovani Ragni impegnarsi per un anno sulle più svariate e difficili pareti del mondo, ad aprire nuove vie nel “miglior stile possibile”. I due fuoriclasse dell’arrampicata Simone Pedeferri e Adriano Selva coroneranno il progetto con una difficilissima via nuova da aprire sul pilastro centrale della parete Ovest dell’Aguja Mermoz, nel gruppo del Cerro Torre. 
 
"Facciamo tutti il tifo per loro – ha detto Daniele Bernasconi, vicepresidente dei Ragni di Lecco – speriamo che arrivino in cima al Piergiorgio e che chiudano finalmente questo capitolo. Sarebbe davvero un bellissimo modo per chiudere degnamente le celebrazioni per l’anniversario del Gruppo".
 
"Bravi i Ragni e il loro presidente a lanciare la doppia sfida Piergiorgio Mermoz – ha commentato Agostino Da Polenza, esponente dei Ragni di Lecco -. Sono ottimi obiettivi sulla strada del rilancio dell’alpinismo lecchese. Bravi poi ad aver coinvolto Rocca e il gruppo Techint. C’è bisogno, oltre che di coraggio e di buone idee, anche di grandi sponsor che supportino l’alpinismo".
 
Montagna.tv vi terrà aggiornati sulla spedizione con aggiornamenti periodici direttamente dalla Patagonia. Non perdete le prossime puntate!!
 
 
 
Sara Sottocornola
 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close