Ricette e sapori

“Grostoli”: il Carnevale trentino

immagine generica

Arlecchino, Pierrot e Pulcinella in Trentino mangiano i "grostoli": deliziose sfoglie di pasta dorata ricoperti di zucchero a velo. Cugini di montagna della chiacchere carnevalesche, si distinguono per un tocco speciale: limone e grappa. Una festa per il palato…

Preparare i grostoli non è per niente difficile, bisogna solo stare attenti a toglierli dalla padella al punto giusto, per mantenere la doratura senza farli cuocere troppo. Solo una questione di pratica, insomma. Detto questo, dovrete solo preoccuparvi di non mangiarne troppi: li cucinerete velocemente, ma li divorete ancora più in fretta!

Ecco gli ingredienti che vi servono:

 

– 500 g di farina bianca
– 50 g di strutto
– 2 cucchiai di olio
– 100 g di zucchero
– 2 uova
– lievito
– buccia di limone
– un bicchierino di grappa
– un bicchiere di latte
– sale
– olio per friggere
– zucchero a velo o normale per guarnire

 
Prendete una terrina e mettete insieme tutti gli ingredienti, poi impastateli fino ad avere un composto omogeneo. Una volta pronta stendete la pasta su un ripiano, fino ad ottenere una sfolgia sottile.

Ritagliate dalla sfoglia tanti piccoli quadretti, quindi friggeteli uno a uno nell’olio. Quando assumono un bel colore dorato toglieteli dal fuoco e lasciateli riposare su carta da cucina. Mentre si asciugano cospargeteli di zucchero a velo, oppure se preferite con zucchero normale.

Una volta reffreddati non avete che da servirvi: il dolce è in tavola! 

 

Valentina d’Angella

documentprint mail-to

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close