News

5 panettoni di montagna da comprare per Natale

Mancano sempre meno giorni a Natale, che è fatto anche dei sapori tipici di questo periodo. E tra tutti i prodotti natalizi, il panettone è certamente il Re. Certo, c’è chi non vuole le uvette, chi toglie i canditi, chi lo preferisce al cioccolato o alla frutta secca. Difficile mettere d’accordo tutti, quindi la nostra scelta si è rivolta ai panettoni di montagna, ossia quelli prodotti da realtà che si trovano in quota e che prediligono materie prime del territorio.

Il panettone dello chef Matteo Sormani

Iniziamo il nostro viaggio natalizio gastronomico in Alta Val Formazza, dove a Riale nasce a 1800 metri di altitudine nella storica Walser Schtuba il panettone dello Chef Matteo Sormani. È un panettone di pasticceria leggero e profumato grazie all’attenta scelta delle materie prime, dalle farine, ai canditi, alla scelta del burro.

Il panettone è disponibile in tre varianti: classico; albicocca e mandorle; integrale con mele, uvetta e cannella.

Possono essere ordinati fino al 15 dicembre, per info: info@locandawalser.it

Il panettone di montagna

Omen nomen, si direbbe. Il “panettone di montagna” si sforna alla locanda Lou Pitavin, a 1300 metri in Val Maira. Selezione degli ingredienti migliori, esperimenti, modifiche, prove, assaggi e tanta pazienza sono alla base dei tre panettoni proposti: il panettone classico Ghitin; il Martin, integrale al cioccolato Domori, pere candite e segale; e infine il cotto a forno a legna Adelin, con cioccolato Domori e lamponi canditi Agrimontan.

I panettoni si possono comprare sul sito: www.ilpanettonedimontagna.it

Il panettone del Gran Sasso

Materie prime di altissima qualità, tecnica e tanto amore, sono questi gli ingredienti alla base del panettone di Eugenio Merlini, che nel 2020 era in corsa per l’Abruzzo per il concorso Gambero Rosso miglior panettone artigianale. Il suo “Laboratorio d’altura” si trova a Colledara, un piccolo paese nella provincia di Teramo in Abruzzo, denominato “Balcone sul Gran Sasso”.

I gusti tra cui scegliere sono davvero molti, tra cui: classico; farro e amarene; cioccolato; Gran Sasso con fave di cacao e l’uvetta infusa nel Vino Cotto dell’azienda “Cotto d’Amore”, nel teramano.

I panettoni si possono acquistare online: www.eugeniomerlini.it

Il panettone delle Madonie

Ci spostiamo sulle alture della Sicilia con il panettone Fiasconaro nel territorio delle Madonie. Gli ingredienti sono selezionati con cura privilegiando le produzioni tipiche della Sicilia, dal pistacchio alle arance, dal cioccolato di Modica alle albicocche, dalle mandorle alla pregiata Manna delle Madonie, un prodotto tipico che viene prodotto da una linfa che stilla naturalmente dalla corteccia di frassini.

Le varianti proposte sono molteplici: classico; alle mandorle; albicocche e cioccolato di Modica; fino ai gusti più ricercati come il classico arricchito con uvetta aromatizzata al “Malvasia delle Lipari Passito D.O.C”; o con la crema di Manna.

I panettoni possono essere acquistati online su diversi e-commerce.

Il panettone del Rifugio La Roda

Andiamo in Dolomiti, sulla cima della Paganella per la precisione, dove al Rifugio La Roda è nato il Panettone Enrosadira. La base dell’impasto è il lievito madre tenuto vivo da 35 anni al quale vengono aggiunti prodotti di alta qualità e caratteristici come il liquore al Genepì, lo sciroppo al pino mugo (anche questo fatto alla Roda), i lamponi disidratati e la trigonella (fieno essiccato proveniente dai pascoli). Prima di chiudere ermeticamente il panettone viene spruzzato l’aroma di abete rosso.

Per info: info@laroda.it

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close