News

Nirmal Purja e i 5 Guinness World Record

Qualche giorno fa Nirmal Purja si è recato per la sede del Guinness World Records dove ha ricevuto i certificati relativi ai record conquistati durante la sua incredibile cavalcata d’altissima quota, che l’ha portato a collezionare tutti e 14 gli Ottomila in soli 189 giorni.

Cinque i record conquistati durante le sue ascensioni, oggi raccolti in due pagine nel volume “Guinness World Records 2023” ma, ancora più importante, impressi nella storia dell’himalaysmo moderno.

Il più veloce a salire tutti e 14 gli Ottomila

Quando Nirmal dichiarò la sua intenzione di salire tutte le montagne di Ottomila metri nell’arco di soli 7 mesi nessuno gli diede credito. Il suo nome era praticamente inesistente nello scettico mondo alpinistico e solo quando diede prova della sua motivazione e della sua capacità i pareri e le voci sulla sua iniziativa cominciarono a cambiare. Il precedente record, stabilito dal coreano Kim Chang-Ho era di 7 anni e 310 giorni. Nirmal ha abbassato questo tempo a soli 189 giorni. Il suo primo Ottomila è stato l’Annapurna, raggiunto il 23 aprile 2019, l’ultimo lo Shisha Pangma, scalato il 29 ottobre 2019. Tutte le salite sono state effettuate con l’utilizzo di bombole d’ossigeno, a differenza di quanto fatto da Kim Chang-Ho, che detiene ancora il record per la salita più veloce di tutti e 14 gli Ottomila senza l’utilizzo di bombole.

Il più veloce a scalare i primi 5 Ottomila

In soli 70 giorni Nirmal ha messo a segno la salita dei primi 5 Ottomila, in ordine di altezza: Everest, K2, Kangchenjunga, Lhotse, Makalu.

Anche in questo caso il suo record è stato ottenuto utilizzando le bombole d’ossigeno, quello senza ossigeno è attualmente detenuto dai fratelli baschi Alberto e Félix Iñurrategi, con un tempo di 4 anni e 219 giorni, tra il 1991 e il 1996.

Il primo a salire 3 Ottomila in 3 giorni

Il 22 maggio Nirmal raggiungere la vetta dell’Everest, quindi scende a Colle Sud. Si riposa per un paio di ore e riprende a scalare in direzione del Lhotse. Raggiunge la vetta e senza pause rientra al campo base per spostarsi subito al vicino Makalu, sulla cui cima ferma il cronometro. È il 24 maggio, sono passati tre giorni da quando ha raggiunto il tetto del mondo.

Il precedente record apparteneva sempre a Nirmal ed era di 5 giorni 3 ore e 35 minuti.

Il più veloce a salire i 3 Ottomila più alti

In soli 70 giorni compie l’ascensione dei 3 Ottomila più alti: Everest, K2 e kangchenjunga. Il primo a essere raggiunto il Kangchenjunga, il 14 maggio. Segue l’Everest, il 22 maggio, e chiude con il K2, il 24 luglio.

La più numerosa ascensione all’Everest in un giorno

Nirmal è stato tra i protagonisti della più numerosa ascensione all’Everest realizzata in un solo giorno. Rispetto agli altri questo non è un primato molto positivo.

Era il 23 maggio 2019 e ben 354 persone hanno raggiunto la vetta dell’Everest. Di quella giornata è celebre la foto scattata dallo stesso Nirmal che mostra una lunga coda di alpinisti in fila poco sotto l’Hillary step, l’ultima difficoltà prima della cima. In quella giornata sono morte tre persone sulla montagna.

Il precedente record era di 266 persone, stabilito il 19 maggio 2013.

Tags

Articoli correlati

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close