Pareti

Mount Maudit, nuova via per Denis Trento e Filip Babicz

Come inaugurare il nuovo anno se non con una via nuova sul Monte Bianco? È iniziato così il 2020 di Denis Trento e Filip Babicz (attualmente in Pakistan, insieme al team polacco, per tentare la prima invernale al Batura Sar) che nei primi giorni del nuovo decennio hanno aperto “Forza Gioele” sul Mont Maudit.

Pur essendo da decenni prossimo alla saturazione degli spazi, cambiando l’ottica dell’approccio, anche sul Bianco e nel 2020 è ancora possibile aprire vie lunghe, logiche, eleganti e impegnative” scrive Trento sul suo profilo Facebook. “Forza Gioele” è una linea di 500 metri (10 tiri) che sale su una labile striscia ghiacciata non continua fino a raggiungere Pointe de l’Androsace, al Mount Maudit. È dedicata a Gioele “il figlio di un nostro collega, fortissimo scialpinista, che da quando è nato è impegnato, in cordata con i suoi genitori, in una scalata per arrivare ad avere una vita normale e che proprio nei giorni delle feste era nuovamente in un ospedale lontano da casa” spiega Denis. “Ora Gioele per fortuna sta di nuovo meglio e siamo sicuri che da grande potrà portare suo papà a ripetere questa via”.

Scovata da un’intuizione di Trento, Babicz ha subito deciso di assecondare l’idea dello scalatore valdostano. “Anche se ci dirigevamo verso l’ignoto, avere un socio che scala sul D16 diciamo che moralmente da una bella mano”, nonostante questo la linea non è riuscita al primo colpo ai due alpinisti. La prima volta hanno dovuto rinunciare a 160 metri dalla vetta, racconta Babicz. “Il 9 gennaio siamo riusciti ad aprire gli ultimi tre tiri alternandoci al comando”.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close