Cronaca

Alta Val Badia. In pista dopo la chiusura, sciatore si schianta con un gatto delle nevi. E’ grave

Nel pomeriggio di ieri, poco dopo le 17, uno sciatore è rimasto vittima di un grave incidente in Alta Val Badia, sulla pista della Gran Risa. Il giovane italiano, classe 1992, stava scendendo lungo il pendio dopo l’orario di chiusura, in compagnia di un amico, quando si è scontrato contro un gatto delle nevi.

Immediato l’allarme alla centrale unica d’emergenza. Sul posto sono intervenuti il Soccorso Alpino, l’ambulanza di soccorso e l’elisoccorso Pelikan 1.

Il medico d’urgenza si è reso conto delle gravi condizioni del ferito, che è stato pertanto trasferito rapidamente all’ospedale di Bolzano per tutti gli accertamenti del caso. La prognosi è al momento riservata. Sull’incidente indagano i Carabinieri.

Appello alla cautela in pista di CNSAS-ANEF

Pochi giorni fa Il Soccorso Alpino e l’Associazione Nazionale Esercenti Funiviari (ANEF) hanno deciso di lanciare un appello congiunto, invitando gli scialpinisti alla cautela sulle piste da sci, soprattutto in orario notturno. Come sottolineato da Renzo Minella, presidente di ANEF Veneto, il pericolo rappresentato dalla presenza in pista dei gatti delle nevi, impegnati nella sistemazione dei tracciati, non è da sottovalutare.

Tags

Articoli correlati

2 Commenti

  1. Si capisce un dettaglio sfuggito in altri articoli di cronaca: lo sciatore infortunatosi..( sicuro che fosse sci alpinista?)stava discendendo..non si stava allenando in salita su pista battuta.
    Forse era anche uno sciatore munito di skipass, salito servendosi di impianto…attardatosi per gustarsi un’ultima discesa al tramonto.Ore 17 e’ chiusura piste o chiusura impianti? Chissa se vi sono avvisi chiari di divieto dopo orario indicato…oppure ordinanze de lSindaco locale.

  2. Trovato in regolamento impianti Maielletta, ma penso sia standard a valenza nazionale.
    Art. 94, comma 1: È vietato utilizzare piste o altre componenti dell’area sciabile attrezzata al di fuori dell’orario di esercizio degli impianti di risalita senza il preventivo assenso del titolare dell’autorizzazione all’esercizio della pista. Art. 94, comma 2: L’assenso deve comunque essere condizionato alla preventiva verifica da parte del responsabile della manutenzione in ordine alla compatibilità del predetto uso con le operazioni di manutenzione dei tracciati.
    Carta Canta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close