Alpinismo

“Everest VR”. Salire l’Everest senza ossigeno con Tenji Sherpa grazie alla realtà virtuale

Scalare l’Everest è un sogno di molti. Scalare l’Everest senza ossigeno è decisamente una bella idea che però, la maggior parte di noi, sa che resterà tale.

O forse no. Perchè la realtà virtuale ci viene in aiuto anche questa volta.

Pochi giorni fa avevamo parlato del progetto del Parco nazionale svizzero di Zernez che consente di viaggiare nel tempo e nello spazio, tra passato e futuro, per toccare (quasi) con mano, attraverso un paio di occhiali 3D, i ghiacciai alpini sottoposti ai cambiamenti climatici.

Oggi vi presentiamo il trailer di un film in realtà virtuale 3D 8K straordinario, che porta lo spettatore a scalare l’Everest in compagnia di Tenji Sherpa, senza uso di ossigeno supplementare, lungo la “Death Zone”.

Il 24 maggio 2018 Tenji Sherpa è arrivato in vetta all’Everest alle 9.45 ora locale, durante il suo tentativo di portare a termine la prima traverata Everest-Lhotse senza ossigeno supplementare. Progetto iniziato nel 2017 insieme a Ueli Steck, scomparso sul Nuptse durante la fase di acclimatamento.

Ma anche nel 2018, anno in cui Tenji aveva deciso di ritentare l’impresa in memoria dell’amico, accompagnato dal fotografo Jonathan Griffith, che è per l’appunto l’autore di questo documentario ad altissima quota, la traversata non è stata completata causa maltempo.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close