News

Allerta neve e forti gelate al nord

immagine

BERGAMO — Dopo un weekend dalle temperature gelide, come non le si registrava da anni, è in arrivo oggi una nuova perturbazione che porterà fiocchi bianchi anche a quote basse e in pianura. La protezione civile ha diramato un allerta per forti nevicate fino a martedì sera su tutto il nord Italia, e le temperature dovrebbero mantenersi anche molto fredde, causando così gelate estese.

Lo scorso weekend le temperature sono state in tutto il centro-nord decisamente polari, come non capitava da anni, e non solo in Italia. In Svizzera per esempio, a Le Brevine nel cantone di Neuchatel, a poco più di 1000 metri di quota, si sono toccati i -34,2°C, mentre i -13 a Ginevra, dove non scendevano così in basso dal 1987.

In Italia non è andata meglio. A Piana di Marcesina, nell’Altopiano di Asiago, la minima ha toccato i -29 gradi, ad Asiago -22, a Sappada e Arabba -18, a Cortina -16. Temperature simili anche nelle altre regioni: in Emilia Romagna, nella pianura bolognese, il termometro è sceso a -16 gradi, in quella piemontese -17 gradi. In Toscana al Mugello, si sono registrati -20 gradi, in Umbria -14 a Città di Castello, mentre sul massiccio del Gran Sasso si sono toccati i – 25 gradi sotto zero.

Nelle prossime ore però, oltre al freddo bisognerà preoccuparsi della neve, perchè è in arrivo una nuova perturbazione dall’Atlantico. La Protezione Civile infatti, ha diramato un allerta meteo, preannunciando forti nevicate in pianura e in montagna, in città come a quote basse. Fiocchi bianchi infatti, sono attesi da oggi pomeriggio e per la giornata di domani su tutto il nord Italia, dalla Valle d’Aosta alla Lombardia al Trentino. Continueranno comunque a rimanere molto basse, inoltre, le temperature, che favoriranno così estese gelate. Al centro-sud invece soffieranno venti forti e saranno possibili burrasche.

E se Riccardo De Corato, vicesindaco di Milano, ha invitato a lasciare l’auto in garage e ad usare i mezzi pubblici, non sarà facile per i cittadini e i pendolari prendere i treni. Trenitalia infatti, ha annunciato la soppressione del 10 per cento delle corse, (700 treni su 7.000). Inoltre si scusa in anticipo per l’eventualità in cui "i treni dovessero presentarsi non in ordine, sia all’interno sia nella climatizzazione".

Fortunatamente mercoledì la situazione dovrebbe iniziare a migliorare, quanto meno con un rialzo delle colonnine di mercurio. Secondo i meteorologi infatti, verso Natale le temperature dovrebbero rialzarsi portando pioggia o cielo poco nuvoloso.

Valentina d’Angella

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close