News

Guida dispersa trovata sotto valanga

immagine

CHAMONIX, Francia — Tragico epilogo per le ricerche dell’aspirante guida alpina scomparsa un paio di settimane fa sul versante francese delle Alpi. L’uomo, per il quale la fidanzata aveva attivato soccorsi e lanciato appelli su internet, è stato ritrovato nel Vallon du Pellat, purtroppo senza vita e sepolto da una valanga.

Era partito il 12 febbraio con il suo furgone, per fare un’escursione solitaria in montagna. Come faceva spesso, non aveva lasciato detto dov’era diretto. Niente di preoccupante, quindi, sulle prime. Finchè però l’albergo dove aveva prenotato una stanza non si è fatto vivo cercando di capire come mai il giovane alpinista non si era presentato il giorno concordato.

Quella telefonata e il cellulare sempre spento del ragazzo hanno messo in allarme la fidanzata Helene che, insospettita, ha allertato i soccorsi dell’Alta Savoia e poi ha lanciato un appello su un celebre blog francese di alpinismo e arrampicata, chiedendo a tutti gli utenti se per caso avessero lo avessero incontrato.

Dopo diverse ricerche alla cieca, i tracciati telefonici hanno condotto le forze dell’ordine nella zona di Crévoux, dove in effetti hanno trovato il furgone del ragazzo in un parcheggio. I soccorsi hanno così deciso di concentrarsi sul massiccio del Parpaillon, dove erano scese diverse valanghe nelle settimane precedenti.

L’intuizione si è rivelata corretta: i soccorritori hanno avvistato dei materiali d’alpinismo sparsi disordinatamente nella neve a 2.500 metri di quota, vicino alla cresta della Ratelle. Hanno scavato e hanno trovato il corpo del ragazzo, sepolto senza vita sotto un metro di neve.

Sara Sottocornola

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close