News

Neve al nord, trasporti in crisi

immagine

BERGAMO — L’avevano preannunciata e puntuale è arrivata. Una nuova ondata di maltempo già da questa notte si è abbattuta sul nord Italia. La neve sta scendendo copiosa in Lombardia, soprattutto in Valtellina e Valmalenco, ma anche Milano si è svegliata questa mattina sotto uno spesso strato di bianco. Nevica abbondantemente anche in Piemonte, Val d’Aosta e Liguria, mentre forti temporali si abbattono da nord e a sud.

La neve ha iniziato a scendere già a partire da ieri sera sul nord Italia, e da allora non ha ancora smesso, così che questa mattina Milano, Torino e tutto il nord ovest si sono svegliate sotto una consistente coltre bianca.
 
Le maggiori nevicate si registrano in montagna, in particolare in Valtellina e Valchiavenna, dove nelle ultime ore è caduto uno spesso manto bianco in tempi record, da Aprica a Livigno, dalla Valmasino alle Valle spluga.
 
La polizia stradale raccomanda agli automobilisti di mettersi in viaggio solo se necessario, e unicamente con catene montate se si devono affrontare i passi alpini, e con pneumatici da neve per percorre il fondovalle, dalla statale 38 dello Stelvio alla 36 dello Spluga.
 
Nevica abbondantemente anche in Piemonte, nella zona di Alessandria al confine con Liguria, e in Val d’Aosta. Conseguenza inevitabile quindi i disagi alla circolazione, dalle autostrada, alle strade di città, agli aeroporti.
 
Linate, Malpensa e l’aeroporto di Torino Caselle hanno infatti sospeso e ritardato numerosi voli, per consentire agli addetti di ripulire le piste. Ai tir invece è stata vietata la circolazione su alcune tratte autostradali, come A6 Savona-Torino, da Altare verso nord, A26 Voltri-Gravellona Toce da Masone verso Alessandria ed A7 Genova-Milano a partire da Busalla sono obbligatorie le catene a bordo.
 
Problemi al traffico anche sulle autostrade A4 Torino-Venezia, A8 Milano-Varese, A9 Linate-Como Chiasso. Nevica poi anche sui tratti appenninici emiliani e abruzzesi, in particolare nelle zone di Parma, Piacenza, Avezzano e L’Aquila. La polizia stradale segnale anche alle auto l’obbligo di avere le catene a bordo e, se necessario, montate.
 
Se il nord ovest se la deve vedere con la neve a Venezia alle 8 del mattino l’acqua alta ha toccato i 109 centimetri, e tutto il nord est, il centro e gran parte del meridione sono sotto temperali e piogge fortissime.
 
E la situazione non è destinata a migliorare a breve, visto che fino a venerdì la precipitazioni non dovrebbero cessare. La Protezione civile resta in allerta a settentrione, in particolare in Lombardia e Piemonte, anche se qui, almeno nelle zone di pianura, la neve dovrebbe trasformarsi in pioggia già a partire dal pomeriggio.
 
 
Valentina d’Angella
Foto courtesy of Abriga.it

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close