News

Kashmir, trovato corpo di alpinista

immagine

SRINAGAR, India — Lo hanno trovato senza vita, sotto una spessa coltre di neve fresca, a oltre 7.000 metri di quota. Il corpo del francese Jerome Veyrat è stato restituito dai ghiacci del Nun, celebre montagna dell’Himalaya indiano. A trovarlo, alcuni alpinisti locali dopo due settimane dalla sua scomparsa nel mezzo di una bufera.  

Il Nun Kun è uno dei massicci più frequentati del Kashmir e vede ogni anno l’arrivo di numerosi alpinisti che aspirano a toccarne la cima del Nun (7.135 metri) o del Kun (7.066 metri).
 
Tra loro, quest’anno, c’era anche Veyrat, 30 anni, proveniente dalla Francia. Del giovane si erano perse le tracce due settimane fa, quando una bufera si è abbattuta sul massiccio proprio mentre lui stava scalando la vetta del Nun. Dopo la denuncia di scomparsa, alcuni alpinisti indiani sono saliti a cercarlo su incarico delle autorità indiane e dell’ambasciata francese.
 
Nei giorni scorsi, lo hanno ritrovato vicino alla vetta, sepolto da un manto di neve fresca. Lo hanno riportato a valle e poi, il suo corpo è stato rimpatriato in Francia.
 
Sono ancora poco chiari, tuttavia, i motivi per cui il giovane stesse scalando da solo e la dinamica della sua morte. Le autorità indiane si sono limitate a dire che la causa più probabile della morte dell’alpinista è stato il maltempo, e non hanno svelato al pubblico nemmeno se il giovane si trovasse lì per una solitaria o se facesse parte di una spedizione.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close