News

Nepal nella morsa della fame

immagine
KATHMANDU, Nepal — Un centinaio di donne del distretto ovest del Nepal ha minacciato un suicidio di massa se le autorità non provvederanno alla distribuzione di cibo e generi alimentari entro breve. La popolazione, disperata, è senza cibo da giorni e ora minaccia soluzioni estreme, come l’avvelenamento di massa.

Il gesto arriva dopo tre settimane in cui la rabbia della popolazione locale nei confronti della autorità è cresciuta a dismisura. ma la crisi alimentare è ben lontana dall’essere risolta.
 
La crisi per ora ha coinvolto 11 province del nord-est del distretto da Bajura, e ha lasciato migliaia di persone nella fame più nera. In migliaia si sono riuniti al deposito della Nepal Food Corporation alla ricerca di cibo e grano (nella foto). Seimila quintali di grano sono già stati distribuiti. Ma le esigenze della popolazione ne richiederebbero almeno 10mila al giorno.
 
Un organizzazione non-governativa ha distribuito 40 chilogrammi di riso sotto l’egida del World food programme, ma le scorte sono andate subito esaurite. La situazione è drammatica. Le madri non sanno se al loro ritorno troveranno ancora in vita i bambini, raccontano i giornalisti sul luogo. Nei depositi non c’è più cibo. La popolazione ha speso tutto quello che aveva per comprare generi alimentari.
 
La Nepal food corporation ha deciso di trasportare 1500 quintali di grano nell’area di Patala attraverso voli in elicottero. La zona tuttavia non è ancora stata raggiunta a causa delle cattive condizioni meteorologiche. Intanto i prezzi dei generi alimentari sono andati alle stelle, con un aumento delll’80 per cento negli ultimi giorni.
 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close